21.10.2018 43. Incontro col Padrone (seconda parte)

Dalla sessione in cui sono stata sottoposta ad una parte della punizione è trascorso del tempo, sono rimasti 20 colpi da subire per in far modo che la punizione sia completa Padrone.

Le Sue indicazioni pre sessione sono di vestirmi con maglione scuro, gonna sotto al ginocchio, autoreggenti, tacchi alti, niente intimo né corsetto, trucco come al solito,rossetto rosso vermiglio e coda di cavallo Padrone.

Mi ha ordinato di portare con me completo intimo di ricambio, preservativi, aghi, cotone, disinfettante, plug coda di volpe, plug con gioiello viola, maschere, fallo artificiale, vibratore a microfono rosa Padrone.

Il mio pensiero era molto incentrato su quei famosi 20 colpi a cui mi devo sottoporre per far in modo che la punizione venga completamente scontata Padrone.

Non mi dimenticherò tanto facilmente i colpi che ho subito durante questa punizione, lo so che me lo sono meritata in quanto ho avuto un pessimo comportamento nel momento in cui ho nascosto i miei pensieri a Lei Padrone.

Come è consuetudine quando è il giorno del nostro incontro, mi sale l’eccitazione mista all’ansia da prestazione, soprattutto quando devo subire una punizione ed ho timore di non riuscirci a sopportare Padrone.

Quando La scorgo arrivare dalla strada con la Sua macchina, sale l’eccitazione e l’intrigo dentro la mia testolina Padrone.

Dopo il pranzo consumato insieme, scambiandoci chiacchiere e parole sul tempo che abbiamo trascorso lontano e dall’ultimo incontro, andiamo al motel e dentro di me freme sempre l’eccitazione e l’ansia Padrone.

Quando ha levato la Sua consueta borsa dal baule dell’auto, Le ho fatto notare che mi sembrava mancasse qualcosa e la cosa mi ha lasciata perplessa, mancava il cane e mi sono chiesta come avrebbe potuto colpirmi durante la punizione Padrone.

Una volta giunti nella camera, mi ordinate di sistemare sul divano tutto l’occorrente che mi avete fatto portare per la sessione, in seguito mi fate andare in bagno e spogliare, mi devo presentare al Suo cospetto completamente nuda e col plug con il gioiello rosa nel culo Padrone.

Una volta presentata al Suo cospetto, mi ordinate di mettermi a 4 zampe sul letto, mentre attendo in quella posizione il primo colpo, la sento armeggiare nella borsa e capisco che non ha portato il cane perché con sé aveva la cintura dei calzoni, quindi un ottimo oggetto per colpire il culo Padrone.

Quando il primo colpo lambisce il mio posteriore, è un colpo deciso intenso che conto/ringrazio come è giusto, in concomitanza dico Biancaneve e mi metto fortemente a piangere perché il colpo è veramente duro/deciso che impatta con forza sulla pelle del culo che mi brucia da morire Padrone.

Quando mi sono ripresa dal primo colpo, ne giunge un secondo ancora intenso e deciso, che mi fa dire un ulteriore volta Biancaneve a causa dell’intensità del colpo, dopo ognuno di loro dico la safe perché scendono copiose lacrime dal mio viso e un singhiozzo irrefrenabile che in certi momenti non mi fa neanche respirare dal tanto che è forte Padrone.

Lo so merito tutto ciò, perché mi sono comportata male, ogni colpo è ben impresso nella mia mente e dovrà essere da monito Padrone.

Conto in totale 5 colpi che riesco a sopportare sul culo, con versamento copioso di lacrime e singhiozzi che impiegano del tempo a passare, le lacrime oltre al dolore fisico erano dovuto al dolore emotivo per ciò che ho commesso nei Suoi confronti Padrone.

Quando comincio a ritornare più tranquilla, mi fate alzare in piedi, mi abbracciate e mi fate sentire protetta Padrone.

Dopodiché mi avvicina il Suo cazzo per scoparmi in bocca per premiare e lenire la mia sofferenza, ed aumentare la mia eccitazione, quando Lei mi scopa dopo aver subito dei colpi mi eccita terribilmente e questo Lei lo sa benissimo, La ringrazio infinitamente di questo gesto Padrone.

Dopo aver passato i nostri momenti di tenerezza ed intimità che adoro e mi fanno sentire molto vicina e protetta da Lei, mi ordinare di sdraiarmi in doccia con le gambe in alto appoggiate al vetro della doccia e mi ordinate di pisciarmi addosso, una volta pisciato in quella posizione Lei si mette in piedi davanti a me e inizia a pisciarmi addosso ed in bocca; La ringrazio della Sua copiosa pioggia dorata di cui ha voluto deliziarmi Padrone.

Mi ordinate di farmi una doccia, togliermi il plug rosa dal culo ed una volta asciugata dopo Sua concessione, mi accomodo nel letto assieme a Lei per un ulteriore momento di coccole e calore umano Padrone.

Mancano ancora 15 colpi da scontare della punizione, mi ordinate di stare in piedi dritta appoggiata con il viso al muro, culo bello in fuori e riprendete a colpire questa volta col filo elettrico, come in precedenza anche qui quasi ad ogni colpo dopo aver correttamente contato e ringraziato per il colpo dato urlo la safe Padrone.

In quanto, se non si prova non si può capire, quanto il filo elettrico cosi sottile ed innocuo invece quando entra in contatto con la pelle lascia un segno che impiega del tempo ad andare via ed inoltre un bruciore intenso, ancora più forte della cinghia Padrone.

Tra una safeword e il conteggio dei colpi sono arrivata a quota 10 colpi col filo elettrico conclusi da ulteriori 5 colpi di cinghia che questa volta vengono dati con minor forza rispetto a quelli iniziali, La ringrazio infinitamente per la bontà avuta nel somministrarmi gli ultimi 5 colpi in maniera meno vigorosa rispetto ai primi Padrone.

Dopo avermi fatto posizionare a 4 zampe sul pavimento, Lei si appoggia sopra di me seduto, mi schiaffeggia vivacemente il culo già provato dai colpi precedenti, una volta finito con gli schiaffeggia menti sul posteriore,

In quella posizione, penetrate la fica col vibratore rosa a microfono, l’eccitazione dentro di me è veramente alta, quasi al limite dell’orgasmo perché stimola anche il clitoride oltre a penetrarmi ma arriva anche il dolore a causa della penetrazione che mi dire biancaneve Padrone.

Quindi mi fate sistemare sul letto a pancia su, mi scopate con il fallo infilato nel culo e stimolando clitoride e fica col Suo cazzo, già molto eccitata ed intrigata dal precedente stimolazione che hanno portato ad avere, su Sua concessione, tre orgasmi uno più intensi dell’altro di cui La ringrazio infinitamente Padrone.

Non sono mancati come di consueto schiaffi intensi alla fica, strizzate e morsi ai capezzoli, che m’ intrigano ed eccitano molto o leggo nei Suoi occhi che soddisfano e fanno felice anche e soprattutto Lei Padrone.

Un momento molto intenso, oltre a quelli vissuti con le pratiche nella sessione, è stato quando mi ha consegnato il Suo regalo, ero molto incuriosita ed emozionata, devo dire che quella sessione in cui abbiamo fatto le foto vicino al fiume, io in certi momenti con indosso corsetto e perizoma mi hanno divertito moltissimo e mi sono sentita Onorata di essere la Sua modella Padrone.

Mi sono vista molto attraente e sexy in quelle foto, l’album mi è piaciuto tantissimo e ne sono rimasta molto affascinata, La ringrazio infinitamente per il regalo che mi ha donato Padrone.

Grazie infinite per l’ennesima sessione emozionate, intrigante ed eccitante, sono Onorata di essere la Sua schiava Luna piena Padrone.

21.10.2018 43. Incontro col Padrone (1.parte)

È stata una sessione intensa anche oggi Padrone.

Mi mancavano 20 colpi residuo della punizione che ho meritato a causa del mio pessimo comportamento Padrone.

E stata dura ma è andata,mi servirà da monito per come devo comportarmi Padrone.

Il resoconto della sessione seguirà nei prossimi giorni Padrone.

Grazie infinite per tutto ciò che fate per me Padrone.

La Sua schiava Luna piena.