Tu ti doni a me

Tu ti doni a me come il fiore che non si schiude
che all’avvicinarsi
della sera,
la cui presenza è tradita
dal profumo che libera
nell’ombra.
Così viene a passi silenziosi
la primavera,
quando le gemme
gonfiano le cortecce.
Tu t’imponi al mio spirito
come le alte onde
della marea crescente,
il mio cuore si nasconde
sotto canti burrascosi.
Presentivo il tuo arrivo come
la notte affretta l’alba.
Un cielo nuovo mi è stato
rivelato attraverso le nuvole
che diventano rosse.
(Tagore)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...