Poesia by Alda Merini

Se tu non fossi bello,
se tu non fossi stato invadente o comunque tragico,
io non ti avrei amato.
Ma pur capendo che venivi dall’acqua come la morte
io ho fatto l’amore con te.
ti piaceva il fiore della mia parola,
la lingua segreta che nessun figlio ha mai conosciuto
neanche al momento del concepimento.
Ti piacevano le battute d’arresto del mio cuore
e le lacrime che ho dato al mio genio
come una semina.
Riottosa ad ogni tipo di amore
sei entrato a invadere il mio silenzio
e non so dove tu abbia visto le mie carni
per desiderarle tanto.
E non so perchè tu abbia avuto il mio corpo
per poi andartene
con il grido dell’ultima morte.
Se mi avessi strappato il cuore
o tolto l’unico arto che mi fa male
o scollato le mie giunture
non avrei sofferto tanto
come quando tu un giorno insperato
mi hai tolto la pelle dall’anima.Alda Merini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...