06.10.2013 7. incontro col Padrone

Altro incontro… nuove emozioni.

Ogni volta dico a me stessa di imparare a gestire l’ansia/ emozione pre-incontro invece cado sempre in quella rete ma ogni volta desidero essere perfetta per Lei Padrone, mi procura anche molta eccitazione tutto ciò e quindi ne sono anche molto felice.

Vi avrei rivisto dopo le famose vacanze insieme, quanto mi mancavate Padrone, mi ricordo che la prima webcam dopo la vacanza ero veramente molto emozionata, continuavo a ridere, anche se da quando io e Lei ci conosciamo, abbiamo spesso fatto videochiamate quella volta mi pareva strano dopo averLa vissuta 24/24 Padrone.

 Comunque tornando all’emozione pre-incontro, mi preparo di nuovo secondo le Sue richieste, seguo alla lettera tutto, preparo con la dovuta cura me stessa e il materiale da portare con me, in aggiunta questa volta avevo anche la trepidazione che il regalo che Le avevo comprato fosse non banale come Lei del resto Padrone.

 Arrivo al punto d’incontro in netto anticipo per evitare di farVi aspettare, quando sta per arrivare l’orario in cui Lei arriva, la mia pancia comincia ad avvertire dei brividi e la patata freme con me, il perizoma aperto sulle intimità che Lei mi ha ordinato di indossare che fa passare aria fresca ed aumenta l’eccitazione che già la mente ha partorito

 Entro in macchina, mi emoziono nel vederVi però cerco di mascherare la cosa, solito giro al centro commerciale, pranzare insieme e sempre molto piacevole per me Padrone, prima di recarci al motel come previsto ha avuto luogo “la sorpresa per me”, ci siamo appartati in un luogo poco frequentano, ero visibilmente eccitata e intrigata poiché non sapevo cosa mi aspettasse Padrone, mi ha ordinato di mettermi accucciata vicino al muro, Lei è sceso dalla macchina, io tutta intrigata e trepidante, Lei è sceso dall’auto mi ha pisciato in bocca, ho fatto in modo di non perdere alcuna goccia della Sua pioggia dorata, Si è complimentato con me per non aver perso alcuna goccia Padrone, in seguito mi ha stimolato per bene lasciandomi sul punto di venire Padrone, sono risalita in macchina con dei brividi pazzeschi e la voglia tremenda di venire Padrone.

Arriviamo al motel, Lei mi fa indossare il Collare, mi pone il guinzaglio al collo e mi guidate verso la camera dell’albergo. All’inizio del ns incontro mi colpite al sedere diverse volte col cane, per riscaldamento, sentire il cane sulle carni dà sempre un sensazione di calore e bruciore intensa che ovviamente cambiano a seconda della Sua mano Padrone, mi scopa in bocca, mi dona di nuovo la Sua pioggia dorata Padrone ed in seguito mi ha concesso di leccarLe i piedi e Le sue intimità Padrone.

Adoro mettermi a cagnolina e occuparmi dei Suoi piedi e delle Sue intimità Padrone, mi fa sentire molto la sensazione di essere la Sua cagna che adora il Padrone in ogni modo a discrezione del Padrone.

Dopo questa prima parte soft, mi ha fatto mettere al bordo del letto, maschera sul viso in modo che non vedessi completamente cosa stesse facendo anche se lo immaginavo e percepivo abbiamo affrontato un mio limite la posa degli aghi sui seni, essendo la prima volta ha provato col seno dx, ammetto che quando ne parlavamo di farlo avevo molte titubanze per la paura di sentire il dolore, ho veramente compreso ieri che il mio limite era solo mentale, che decisamente fanno molto più male 50 colpi di cane assestati bene sul culo. Che gli aghi nei seni come nella foto che ho pubblicato Padrone .

 Passato questo scoglio, abbiamo progredito nel fisting, poco alla volta e grazie alla Sua notevole pazienza facciamo un passo avanti ogni volta nel fisting vaginale spero presto di riuscire a subirlo senza problematiche particolari, ogni volta per me è fonte di delusione ma ho compreso per bene il discorso che Lei mi ha fatto l’ultima volta Padrone.

Dopo queste due cose veramente intriganti, arriva la nota dolente, speravo che questa volta sia arrivata all’incontro senza subire punizioni, quando in chat mi aveva parlato di 100 colpi di cane sul sedere e cinquanta sulla fica, sinceramente non immaginavo di aver peccato nel mio solito misero errore di non mantenere la forma cui so che Lei tiene particolarmente, in fondo non ci vuole molto dico io, perchè ogni tanto mi lascio trasportare e perdo il lume, abbiamo compreso insieme, dove pecco e farò attenzione veramente a non fare si che determinati contesti mi riducano l’attenzione e mi facciamo mancarLe di Rispetto Padrone.

I cinquanta colpi di cane sul sedere ammetto erano più dolorosi perchè in quel momento mi sentivo mortificata, ho speso lacrime più di mortificazione che realmente di dolore, quando So di averLa delusa dentro di me avviene una reazione che non riesco mai a spiegare e le mie Lacrime probabilmente sono il modo che ho per scaricare questa sensazione bruttissima che avverto, anche se So che non Lei non l’ha pensato non sono lacrime per evitare la punizione e farLe avere pietà di me, semplicemente mi sento mortificata e delusa di me stessa perchè so di averLa ferita.

Dopo questo episodio Lei mi ha legato a una sedia con le braccia dietro la schiena, mi ha fortemente scopato in bocca fino sborrarmi in viso e sul corpo, in seguito lasciandomi da sola a meditare sui miei errori, quei momenti sembravano interminabili perché sapevo di aver sbagliato, sapevo di non meritare le Sue attenzioni. Ho gradito veramente molto quando mi ha visto emotivamente molto provata Lei mi ha fatto mettere tra le Sue gambe di fronte a Lei e con tono dolce e pacato mi ha consolata e coccolata, mi ha fatto sentire protetta ed al sicuro Padrone, mi ha fatto sentire Sua. Adoro questi momenti Padrone.

Una volta che ero più calma ha provveduto alla privazione sensoriale, mi ha legata mani e piedi insieme accovacciata a 4 zampe cuffie e musica ad alto volume nelle orecchie,  è una cosa stranissima da spiegare a chi non la prova ma dà delle emozioni veramente intense, ti senti usata, eccitata, intrigata senza minimamente capire cosa avviene nel tuo corpo, sentivo solo le stimolazioni che arrivavano dalle Sue mani, dagli oggetti che mi hanno dilatato, eccitato, stimolato, sono riuscita a venire 4 volte una dopo l’altra durante la stimolazione…..mi ha lasciata per diverso tempo col plug nel culo a mantenermi dilatata….

Infine sono arrivati gli ulteriori cinquanta colpi di cane hanno terminato la sessione, anche questi emotivamente e fisicamente molto intensi.

Ogni sessione porta con sé un passo in avanti grazie a Lei Padrone, a diventare ciò che Lei desidera, a me porta crescita, emozioni e ogni giorno mi sento sempre più completamente Sua Padrone.

Vi amo e Vi adoro non mi stancherò mai di dirvelo Padrone.

Sua Mezzaluna

3 Comments

  1. Abbiamo instaurato un rapporto che comporta, ad ogni sessione, una crescita. Di resistenza, di affiatamento, di soglia del dolore, di pratiche nuove, o il perfezionamento di pratiche già provate. Sono stati mossi i primi, incoraggianti, passi. Il percorso è ancora lungo e non mancheranno le difficoltà, ma ho fiducia nelle tue capacità, Mezzaluna.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...