24.04-28.04.2016 vacanza in Trentino col Padrone

Quando Lei mi ha comunicato la Sua decisione che avremmo fatto le vacanze insieme, ero felice e stupita nello stesso attimo, a causa del mio stato di salute ultimamente un po’ precario Padrone.

Fortemente emozionata dal fatto che era parecchio tempo che non trascorrevano più di due giorni insieme, ma dentro di me un pochino scettica che sarebbe potuta accadere, ho vissuto questo periodo dal momento della Sua decisione al momento reale dell’effettiva vacanza Padrone.

Ultimamente sono diventata così non ci credo se non lo vedo accadere qualcosa, questo per evitare dentro di me una cocente delusione Padrone.

Come ogni qualvolta ci vediamo una settimana prima della partenza mi date le Sue indicazioni in merito a cosa mettere in valigia, attraverso una chiacchierata via Skype, è stata emotivamente molto intenso rivederLa di nuovo in skype e attraverso la webcam in quanto è trascorso del tempo del nostro ultimo incontro Padrone.

Ci sono situazioni che per alcune persone sono la normalità, per altre sembrano eventi eccezionali che procurano dentro di sé ansie ed emozioni intense Padrone.

Questo è il mio caso, in quanto da parecchio tempo non stavo fuori casa per alcuni giorni e altrettanto non viaggiavo in treno per conto mio e questo Lei lo sa Padrone.

Con quel brivido fatto di ansia ed emozione, ho nei giorni precedenti il viaggio ho trascorso le mie giornate, indaffarata tra lavoro e sistemare casa in funzione della mia assenza da casa per alcuni giorni, ho la sera precedente del viaggio preparata la valigia cercando di farci stare tutto ciò che mi ha indicato Padrone.

Altra situazione che mi procurava agitazione/emozione che durante la nostra vacanza insieme sarebbe venuta la Sua adorata cagnolina fufy Padrone.

Non è sempre facile piacere agli animali, pur che se ne dica, loro sentono attraverso odore e vibrazioni se una persona gli piace o no, se c’è feeling da subito tutto procede bene, se iniziano ad abbaiare diventa problematica la cosa Padrone.

Poi dentro di me non so perché piacere alla fufy sarebbe stato per me un ulteriore passo avanti nel Suo mondo Padrone.

La sera prima della partenza non ho dormito un granché mi sentivo frizzante, con immense vibrazioni dentro di me che cerco di mascherare con chi mi stava accanto per incutere anche tranquillità ad una situazione che in casa portava grosse preoccupazioni Padrone.

Mi risveglio al mattino pimpante per fortuna ci sentivo bene e non avevo le vertigini (ne avevo timore a dir la verità), pronta a partire con tutta la gioia che sprizzava da tutti i pori perché finalmente sarei stata esclusivamente con Lei, mi vesto secondo le Sue indicazioni, pantaloni, top lungo con le spalle scoperte rosso lungo, corsetto stringi vita, senza reggiseno e col slip aperti davanti rossi, scarpe comode, prendo i miei bagagli e vado alla stazione cosi prendo il treno che inizialmente mi porta fino a milano centrale e poi da lì cambio treno che mi porta alla stazione che mi avevamo concordato insieme Padrone.

Arrivata alla stazione concordata, scendo dal treno e Lei è li con la Sua cagnolina al seguito che mi attendevate, come da Lei consigliato mi chino in modo che siamo alla stessa altezza e le faccio annusare il palmo della mia mano, sono molto felice perché non abbaia e quindi questo significa che le sono piaciuta Padrone.

Durante tutto il viaggio la Sua cagnolina è rimasta accucciata ai miei piedi con la testolina appoggiata alle mie gambe tranquilla e beata Padrone.

Arrivati all’albergo e sbrigate le faccende amministrative prendiamo possesso della camera e Lei prende possesso della Sua schiava Padrone.

Che emozione risentire le Sue mani su di me, sfiorarmi il corpo che Le appartiene, i capezzoli strette nelle Sue possenti mani Padrone.

In questa vacanza sono stata la Sua schiava sessuale, è stato intenso quando mentre stavo godendo dopo che Lei mi ha preso con forza mi ha appoggiato la mano al collo ed ha stretto smorzando l’urlo ma aumentando la mia eccitazione Padrone.

In quel momento ero un misto di eccitazione e “paura” ma non nel senso che avevo paura che stringesse fino a farmi del male mi fido totalmente di Lei e so che non farebbe mai nulla per mettere in pericolo la mia vita Padrone.

Ma quella sensazione che si avverte un misto tra paura ed eccitazione, il tutto amplifica l’eccitazione che si prova, sembra paradossale ma la paura crea intense emozioni e viceversa Padrone.

Altro momento intenso quando mi è venuto in bocca, adoro assaporare la Sua sborra, quando me ne concede l’Onore, ne sono golosa e Lei lo sa benissimo Padrone.

Quando in diverse occasioni mi ha svegliato sentendo le Sue possenti mani nella mia fica oppure sfiorando i capezzoli e strizzandoli, portando immediatamente il mio livello di eccitazione e di umori alle stelle e poi placandolo dandomi l’Onore di leccarLe il cazzo Padrone.

Tutto ciò portando il livello di eccitazione appena sveglia a dei livelli decisamente molto alti Padrone.

Grazie infinite per le volte che mi ha concesso di godere, per avermi concesso di LeccarLe il cazzo, di assaporare la Sua sborra Padrone.

La cosa che mi colpisce ogni volta è che accade nella quotidianità trascorsa anche durante questa vacanza che in ogni occasione con un solo Suo sguardo mi riporta al mio posto Padrone.

Basta un Suo sguardo o una Sua parola ed io ritorno nei ranghi del mio dovere Padrone.

Abbiamo trascorso dei bei momenti anche di tenerezza che mi hanno fatto rinutrire di Lei e ritemprato il nostro affiatamento Padrone.

Spesso e volentieri Lei mi mette alla prova facendomi fare cose che sembrano banali per alcune persone, mentre per me sono prove per infondermi maggior sicurezza di me stessa Padrone.

Questa volta aveva due cagnoline hai Suoi piedi, ma una dotata di due poppe e una fica Padrone.

Mi ha colpito quando Lei mi ha detto che in un certo senso sono tornata ad essere Falce di Luna, ma in un certo senso è vero in quanto le vicissitudini accadute ultimamente nella mia vita, e nel mio stato di salute hanno portato a retrocedere sulla mia sopportazione al dolore ed ai colpi, ma Lei per l’ennesima volta confida in me più che io stessa e crede nelle mie potenzialità, ed io sono vogliosa e testarda nel voler tornare a dove sono arrivata per poi poter diventare la Sua Luna Piena Padrone.

Grazie infinite per avere sempre fiducia nelle mie capacità ed in me e per la Sua pazienza Padrone.

Grazie infinite per aver voluto trascorrere del tempo con la Sua schiava nei posti che Lei ama con la Sua cagnolina Padrone.

Grazie infinite per tutte le emozioni che mi ha donato anche stavolta, Ve ne sarò sempre grata Padrone.

Con devozione la Sua schiava Luna crescente

20160425_094842

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...