31.12.-03.01.2017 Capodanno col Padrone (seconda parte)

L’anno scorso quando era tutto pronto per la partenza, il 30 mi sono sentita male di conseguenza mi hanno dovuto ricoverare in ospedale ed ho passato un capodanno pessimo perché con la testa ed il corpo avrei voluto essere da un’altra parte con Lei Padrone.

Quando nei Suoi messaggi su whatsapp ha condiviso il fatto di voler trascorrere di nuovo il Capodanno con me, facevo i salti di gioia ma ero anche preoccupata del fatto che non volevo finisse come il precedente anno Padrone.

Nel momento in cui ha espresso il Suo desiderio di trascorrerlo in Trentino, ho fatto modo e questa volta non avrei ceduto di regolare tutte le cose a casa in modo che potessimo trascorrere del tempo insieme nei posti che a Lei fanno stare bene e fanno ricaricare le batterie Padrone.

Con tutto il tumulto famigliare che ha portato, ho fatto in modo in maniera non semplice di poter partire con Lei, quando sul display dopo averLe scritto che sarei partita alla volta del Trentino con Lei, mi ha risposto Bene, anzi no. Benissimo con l’emoticon con il bacio, il mio cuore si è gonfiato di gioia perché sapevo di averLa fatta felice con questa mia risposta Padrone.

La felicità è aumentata quando nel messaggio successivo mi ha scritto “Lo so, per questo lo apprezzo particolarmente. E per questo sarà una vacanza simil vanilla. Sarai schiava più che altro sessuale. Vacanza di piacere”, io ovviamente Vi ho ringraziato per la Sua concessione Padrone.

Vorrei specificare che la mia felicità è aumentata nel momento in cui leggevo che apprezzava particolarmente questo mio gesto, per chi legge non può capire quanto sia stato per me difficile la gestione famigliare dei 4 giorni con Lei, ed ho amato molto il fatto che Lei abbia apprezzato che il mio desidero più importante era farLa felice Padrone.

La sera seguente mi ha dato appuntamento in Skype per darmi le Sue indicazioni in merito a cosa portare in valigia per il viaggio che comprendeva essenzialmente vestiario pesante visto che andavamo in Trentino quindi con temperature fredde, mi ha lasciato libera scelta per quanto concerne la biancheria notturna, ovviamente dandomi l’ordine di sceglierne una rossa per la notte di Capodanno, da portare con me non c’erano sextoys o altri giochi a sfondo bdsm Padrone.

Preparo la valigia tutta emozionata al pensiero di quattro giorni interamente con Lei, facendo attenzione che ci stesse tutto e di portare dietro tutto il necessario Padrone.

La notte precedente la partenza stranamente ho dormito bene, ho iniziato ad agitarmi appena sveglia, anche perché un viaggio del genere anche se già fatto mi metteva un pochino di ansia Padrone.

Per chi viaggia spesso ed è abituato ad ampi spazi, il mio viaggio sembra una banalità, ma per una come me abituata a fare solo il tragitto lavoro-casa e vivere in spazi più ristretti il tragitto intrapreso per me è sempre una sfida ed anche fonte di ansia Padrone.

Ma come ogni volta malgrado l’agitazione che provo tutto va a buon fine e sono felicissima quando La ritrovo alla stazione con la Sua Fufy che mi aspettate Padrone.

Sono veramente molto felice quando La ritrovo alla stazione ed il nostro viaggio insieme a inizio, dopo tre ore arriviamo finalmente a Folgarida la Sua meta preferita di vacanza Padrone.

Ci sistemiamo in albergo, ovviamente viene accolto calorosamente dai proprietari dell’albergo in quanto è un cliente affezionato ed accolgono anche me con molta gentilezza e calore malgrado sia la prima volta che vado da loro Padrone.

Una volta giunti in albergo eravamo affamati abbiamo pranzato assieme, in seguito arrivati in camera disfiamo le valigie e Lei si avvicina a me e comincia come Sua abitudine a sfiorarmi i seni dai vestiti e riesce a pinzare con Le Sue possenti mani a strizzare per bene i capezzoli Padrone.

Ha iniziato con sapiente bravura a stimolare il mio corpo passando Le Sue dita sulla pelle, alternando strizzate di tette, facendomi girare a pancia in giù inarcando la schiena, da sotto il pullover faceva dei piccoli cerchi con le Sue dita lungo la schiena, ed io che avevo i brividi e fremevo come la Sua cagna in calore che sono Padrone.

Come ogni situazione da cosa nasce cosa, passiamo dagli strizzamenti ai capezzoli, sfioramenti e palpeggiamenti alle tette, fino a scoparmi in bocca con me in ginocchio, poi a pancia in giù fino a ritrovarmi sul letto a 4 zampe senza vestiti entrambi con Lei che stimola avidamente la patata e mi riempie con Le Sue possenti mani a pecorina la patata stimolandomela passionalmente Padrone.

La parte più eccitante quando mi afferra il viso con la Sua mano e mi stringe il collo mentre con l’altra schiaffeggia le tette questo mi provoca dei brividi pazzeschi alla fica e mi eccita da morire perché ho fiducia di Lei e so che Lei mi conosce cosi bene da sapere cosa mi eccita terribilmente Padrone.

Quando Lei si mette sopra di me mi spinge le gambe cosi accovacciate contro di me e col Suo cazzo mi stimola la patata e mi provoca dei brividi pazzeschi, quando nota che faccio fatica a resistere perché sono una lurida cagna come Lei mi chiama frequentemente e questo mi eccita da morire, mi concede il permesso di godere di un lungo ed intenso orgasmo liberatore Padrone.

La ringrazio infinitamente di avermi un concesso questo orgasmo liberatore Padrone.

Ma non è finita qui continua a giocare con le poppe che Le appartengono e continua a scoparmi in bocca avidamente e con vigore prima da sdraiata con Lei sopra di me fino a farmi mettere in ginocchio io sotto di Lei ed è talmente eccitato che mi sborra sapientemente in bocca Padrone.

Grazie infinitamente per l’Onore della Sua sborra nella mia bocca e parzialmente sul mio corpo, per me è sempre un grande Onore e goduria Padrone.

Dopo aver fatto un pisolino, usciamo per un giretto all’imbrunire per fare delle fotografie dei panorami in notturna a temperature folli usciamo e Lei riesce a fare delle fotografie fantastiche ai piedi delle Dolomiti di Brenta con il cielo pieno di stelle fantastiche Padrone.

Siamo rientrati in albergo ed abbiamo festeggiato assieme dopo una cena molto buona la notte di Capodanno, sono stata molto felice di essere con Lei allo scoccare della mezzanotte Padrone.

Grazie infinite per questa opportunità e per questo Onore non sa quanto la situazione mi ha riempito il cuore Padrone.

To be continued….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...