05.03.2017 31. incontro col Padrone (seconda parte)

Dalla vacanza in Trentino all’ultimo dell’anno che non ci vediamo Padrone, ma lo stesso ci siamo sempre tenuti in contatto quotidianamente,
la Sua dominazione su di me non è mai mancata Padrone

Le Sue indicazioni per questo incontro erano le seguenti: indossare corsetto stringi vita, maglione caldo scuro, gonna lunga, autoreggenti,
trucco solito e capelli sciolti per quanto concerne le cose da portare c’erano ambedue le maschere, preservativi, costume da scolaretta, coordinato intimo, plug con la code di volpe Padrone.

Dalle Sue indicazioni coi dettagli di come sarebbe svolta la sessione, sapevo che come sarebbe stato il gioco di ruolo, invece non
avevo idea di come si sarebbe svolto il gioco all’aperto visto le Sue indicazioni Padrone.

Come ad ogni incontro la sera prima ed il mattino al risveglio mi sentivo un misto tra agitazione ed emozione in quanto mi mancava
vederLa e stare al Suo servizio Padrone.

Al mio risveglio ho pregato con tutta me stessa che fossi in perfetta forma per vederLa e non dovessimo rimandare di nuovo l’incontro,
per fortuna qualcuno da lassù mi ha voluto bene, e pur non essendo al top mi sentivo nelle condizioni di poter fare una sessione con Lei Padrone.

Al Suo arrivo davanti a casa ero molto emozionata di poterLa rincontrare, andiamo a fare un giro e quindi a pranzo insieme dove
colloquiamo tranquillamente di cosa è accaduto mentre non ci siamo visti Padrone.

Dopo pranzo, è il momento dei giochi all’aperto ferma la macchina nel nostro posticino quasi al riparo da occhi indiscreti e mi
ordinate di scendere dalla macchina, andare al di là della strada, mi ordinate di abbassare gli slip indossare il plug con la coda di volpe ed alzare la gonna in modo che mi si veda il culo scoperto e mi fate tenere con la mano sinistra un cartello con scritto
“PIG FROM PETRA” come compito per la Mistress che stiamo conoscendo Padrone.

Ovviamente mi fate sistemare anche davanti alla Sua auto nella stessa modalità che ho descritto prima per avere una miglior visione
del mio posteriore e del cartello Padrone.

Mi emoziona sempre molto fare i giochini all’aperto in quanto c’è sempre quella sensazione di trasgressione in quanto in quella
strada potrebbe sempre arrivare qualcuno e questo crea in me quel fremito di essere scoperta Padrone.

Effettivamente appena salita in macchina di li è passata una macchina a velocità moderata giusto appena in tempo che io sono salita
in macchina Padrone.

Arrivati al nostro solito motel, appena entrata mi fate spogliare e mi ordinate di toglierLe le scarpe  e quindi le calze ordinando
di leccarLe sapientemente i piedi mentre faccio ciò che Lei mi ha ordinato mi colpite i seni ed il viso coi piedi e mi infilate le Sue dita dei piedi in bocca alterando questi movimenti per farmi sentire Sua Padrone.

Una volta che ho terminato di leccarLe i piedi, mi ordinate di spogliarVi la parte bassa del corpo,in seguito, mi ordinate di iniziare
dai piedi lentamente salire lentamente con la lingua partendo dal piede destro lentamente con la lingua fino alla zona inguinale, una volta arrivata alla zona intima leccarLe sapientemente le Sue palle e quindi ripartire dal piede sx sempre lentamente salire
verso la zona dei testicoli in seguito mi afferrate con la mano la testa e dosate il ritmo con cui scoparmi sapientemente in bocca, di leccarLe con cura il Suo cazzo lungo tutta l’asta mentre mi colpite in viso con degli schiaffi, mi eccita sempre moltissimo
leccarLe il Suo cazzo Padrone.

Dopodiché mi fate sdraiare a pancia in su sul letto e di nuovo in diverse posizioni mi iniziate a scopare in bocca fino ad arrivare
ad appoggiare le Sue chiappe direttamente sulla mia faccia, c’è stato un attimo in cui non so per quale motivo mi sono sentire soffocare malgrado diverse volte abbiamo sperimentato questa pratica e non mi ha mai fatto paura ma forse in quel momento un attimo
di panico a preso il sopravvento difatti ho impiegato del tempo a dire la safe quando finalmente l’ho fatta Lei si è alzato dalla mia faccia e dopo che mi sono leggermente calmata ed ho respirato profondamente e pianto, si è messo alle mie spalle e teneramente
mi ha accolto e calmata dal panico che mi è venuto Padrone.

La ringrazio infinitamente di avermi accolta e calmata in quel momento perché ero veramente in uno stato di panico e paura, non
so dirLe per quale motivo sia avvenuta questa cosa, perché non è la prima volta che mettiamo in atto questa pratica in questi 4 anni di rapporto Padrone.

Una volta finito questo step della sessione ci sono stati i nostri momenti di riposo, tenerezza ed anche coccole che amo sempre
molto e Lei lo sa Padrone.

Ammetto che quando sono sotto la Sua ala anche dal vivo mi sento teneramente avvolta e protetta da Lei, la ringrazio infinitamente
per questo Padrone.

Dopo gli attimi di riposo, mi fate alzare in piedi col plug con la coda di volpe nel culo e mi scrivete sempre a favore della Mistress
“slutty for Petra” e mi fotografate Padrone.

Un altro bel gioco divertente che mi piace sempre molto e quello della scolaretta, mi ordinate di andare in bagno indossare il nuovo
gioco che mi ha regalato un plug con una pietra rosata proprio sul fondo, il vestito da scolaretta, maschera in volto e quindi una volta che Lei mi da il via di entrare in stanza mi riferite che è regola della scuola che ad ogni materia in cui vado male ho
diritto a 10 colpi sul culo e quindi visto che sono tre le materie insufficiente, mi aspettano 30 colpi di cane sul culo Padrone.

Mi fate sistemare a quattro zampe culo all’aria e quindi iniziate a colpire col cane il culo, un colpo dopo l’altro che ogni tanto
viene interrotto dalla safe in quanto il bruciore misto a dolore è molto intenso che non riesco a sopportare, ovviamente il tutto viene sempre condito dalle mie lacrime che sgorgano dal mio viso per il dolore che provo Padrone.

Per me spesso piangere oltre ad essere un modo per donarLe il mio dolore ed anche un modo per esprimere quello che provo in quel
momento, sfogare e donare tutta me stessa Padrone.

Ci sono stati dei momenti che il dolore era veramente forte quando ho detto la safe era veramente perché ero al limite, alla fine
dei colpi mi sentivo anche un po’ delusa da me stessa perché all’inizio sopportavo maggiormente i colpi, ne abbiamo parlato ed abbiamo condiviso il fatto che essendo da dicembre che non facevo più una sessione, diciamo che  ero fuori forma Padrone.

La ciliegina sulla torta è stato l’ultimo colpo veramente molto intenso che mi ha assestato con decisione e vigore e mi ha fatto
finire con un pianto a dirotto e intenso Padrone.

Successivamente ad altri momenti di riposo e calore umano, prendete i cetrioli che avete comprato e me li infilate in ogni orifizio,
mettendo due nella figa ed uno nel culo fotografandomi sempre per la Mistress in questa bella condizione, mi sentivo completamente riempita ed impalata ovviamente usate questo modo per stimolarmi a venire con due orgasmi intensi e liberatori, praticamente
mi avete scopato con i cetrioli Padrone.

Una scena mai provata in vita mia, mi sono sentita veramente la Sua troia cosa che sono Padrone.

Dopo un altro momento di relax, mi fate alzare in piedi, legate i seni con le Sue corde, legandomi anche le mani dietro le spalle
con le polsiere, in modo che non metta le mie mani davanti mentre mi sta colpendo, mi ordinate di sedermi ed iniziate a colpire sapientemente con il cane e il filo elettrico le poppe, 30  colpi alcuni intensi/forti altri sopportabili ed ovviamente diverse
volte è stato fermato dalla safe perché il dolore era veramente molto intenso  Padrone.

Una volta colpite le tette, mi fate sdraiare a pancia in su ed iniziate a scoparmi con le mani e con il Suo cazzo in bocca fino
ad arrivare a sborrarmi sulle tette ed a mettermi una volta intriso il Suo dito nella Sua sborra e farmelo leccare con dovizia e cura Padrone.

Amo molto leccare la Sua sborra e quando mi scopa avidamente in bocca, sono la Sua cagna vogliosa, la Sua troia quindi adoro la
Sua sborra ma questo Lei lo sa benissimo Padrone.

Spero di non aver dimenticato nulla perché quando sono con Lei entro in un altra dimensione ed a volte la memoria fa difetto e me ne scuso Padrone. 

Grazie infinitamente per tutto ciò che Lei mi dona ad ogni sessione, ad ogni incontro si aggiunge un gradino nel mio percorso verso
ciò che Lei desideri io diventi, sono creta nelle Sue mani e di questo ne vado Orgogliosamente fiera Padrone.

La Sua schiava Luna crescente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...