01-02 febbraio 2020 49. Incontro col Padrone (seconda parte)

Le vicissitudini della vita ci hanno tenuto lontano ma poi la fortuna ci ha assistito e siamo potuti stare insieme, perché il tempo che trascorro con Lei è sempre molto prezioso per me Padrone.
Due giorni prima della partenza ricevo una Sua mail con le indicazioni in merito a questo tempo che trascorrerò con Lei Padrone.
Essendo due giorni, di conseguenza una notte che trascorreremo insieme, le indicazioni sul vestirmi con una gonna lunga, un maglione, sotto il corsetto con un perizoma, nessun trucco e capelli raccolti in una coda Padrone.
Da portare con me le due maschere, preservativi, rossetto, fotocamera e treppiedi Padrone.
Come ad ogni sessione preparo con cura ciò che devo portare con me, preparo il mio corpo in modo che sia come Lei desidera Padrone.
Ogni istante che precede l’incontro con Lei, fa sempre salire dentro di me eccitazione/intrigo, perché nonostante sia molto che ci conosciamo per me ogni incontro con Lei è fonte di emozioni sempre molto intense Padrone.
Arriva finalmente sabato il giorno del nostro incontro, passano le ore ed aumenta l’eccitazione, quando mi arriva un Suo messaggio che è partito un sorriso si stampa sul mio viso Padrone.
Quando la Sua macchina sopraggiunge sulla strada vicino a casa mia, la felicità dentro di me aumenta, un sorriso ancora più grande serpeggia sul mio volto Padrone.
Salgo in macchina e dopo averLa salutata Lei nota questo sorriso particolare e Le rispondo che mi fa strano averLa finalmente vicina a me Padrone.
Ci dirigiamo verso l’albergo in cui soggiorniamo per questa notte, dopo le consuetudini pratiche amministrative prendiamo possesso della stanza Padrone.
Dopo essere entrata in camera, come da Sua indicazione nella mail, mi spoglio e resto solo con corsetto e calze, quasi completamente nuda al Suo cospetto Padrone.
Sono molte le sensazioni che provo quando sono con Lei, quando si stende sul letto e mi concede di restare sotto la Sua ala protettiva mi fa sentire avvolta e riempita del Suo calore Padrone.
Quando gioca con le poppe, mi strizza i capezzoli o come questa volta quando mi mordicchia avidamente e con gusto entrambe le chiappe Padrone.
Sono giochi tra di noi, che mi fanno felice, mi fanno sentire completamente Sua e leggo sempre felicità anche nei Suoi occhi Padrone.
Prima di andare a cena, abbiamo avuto di questi momenti fatti di relax, di giochi tra di noi, scambi di quello che è successo nelle nostre vite dal nostro ultimo incontro Padrone.
Io sento sempre la Sua presenza nella mia vita perché ci sentiamo via whatsapp tutti i giorni e so di poter esprimere qualsiasi mio pensiero su ciò che mi accade, ma la vicinanza fisica come in questi casi nutre maggiormente la Sua presenza nella mia vita, il sentirmi completamente la Sua schiava Padrone.
Sorrido ma nello stesso contempo mi contorco per il dolore misto bruciore che mi fa procura quando mi morde le chiappe Padrone.
Andiamo a cena assieme, nel ristorante dell’albergo, trascorriamo ancora dei momenti insieme in cui colloquiamo piacevolmente sulle nostre vite, in cui anche in quei momenti sento la Sua Dominazione su di me Padrone.
Nella mail che mi ha scritto con le Sue indicazioni, in questo periodo Le ho fatto un favore e per ripagarmi di questo favore mi concede l’Onore di avere 5 minuti di tempo, suddivisi in frazioni di 1 minuto ciascuno in cui potrò fare ciò che desidero su di Lei Padrone.
Lei sia adagia completamente nudo sul letto, scattano i 5 minuti pattuiti, in questo periodo ho pensato molto a cosa fare per favorire il mio ed il Suo piacere Padrone.
Non sapendo come ha pensato di gestire questi nostri quasi due giorni assieme, ho pensato di concentrarmi sul Suo corpo e sull’assaporare ogni centimetro della Sua pelle come maggiormente mi aggrada, che magari può sembrare banale per chi legge, ma tutto questo di solito avviene su Sua decisione mentre questa volta potrò agire come meglio credo Padrone.
Il primo minuto, ho optato per iniziare a leccarLe con eccitazione avidità il collo, le orecchie dedicandomi con molta cura con lo scopo di eccitarLa Padrone.
Sono poi passata, nel successivo minuto a leccarLe la schiena, per stimolare i Suoi sensi ed aumentare la Sua eccitazione Padrone.
Dopo aver stimolato con la lingua la Sua schiena, ho iniziato a massaggiarLe la schiena, per acuire le stimolazioni precedenti fornite, per farLe sentire il mio essere geisha con Lei Padrone.
Dopo la schiena, sono passata a LeccarLe i piedi, una pratica che mi eccita molto e mi fa sentire molto la Sua cagnolina adorante, mi sono dedicata con cura ad ogni Suo dito, alla Sua pianta e al Suo dorso del piede Padrone.
La ciliegina sulla torta, gli ultimi 5 minuti li ho usufruiti per assaggiare, leccare e gustare ogni centimetro del Suo cazzo, le Sue palle, è stato veramente molto intenso a livello emozionale Padrone.
Malgrado ci conosciamo da quasi sette anni nel momenti in cui Lei era disteso sul letto nudo ed io avevo completo potere sui di Lei, mi sentivo molto emozionata, quasi da farmi venire i brividi e un po’ imbarazzata, sono talmente abituata a fare ciò che Lei desidera che averLa completamente a mia disposizione mi ha riempito il cuore di emozione Padrone.
L’ assaporare ogni centimetro del Suo corpo sembra una situazione banale da provare, ma per me ha significato molto perché è stato come nutrirmi di Lei, catturare dentro di me ogni parte di Lei, far si che la Sua cagnolina la stimolasse/eccitasse Padrone.
La ringrazio infinitamente per avermi concesso questo Onore, ne sono estremamente Onorata Padrone.
Dopo avermi concesso questo Onore, ha ripreso in mano le redini della situazione facendomi mettere in piedi davanti a Lei, mi ha ordinato di darLe il rossetto che ha detto di portare con me nella borsa Padrone.
Ha scritto le parole whole, troia, slut, bitch dopodiché ha preso il filo elettrico e mi ha colpito con 10 colpi ben assestati culo e fondoschiena Padrone.
I colpi sono stati intervallati da diverse safe che ho detto in quanto il mio corpo ha sentito bruciore, calore e dolore intenso Padrone.
E’ stato intenso risentire il filo elettrico sul corpo, sentire i Suoi colpi inferti dopo cosi tanto tempo Padrone.
Dopo questo intenso momento in cui ha ripreso possesso della Sua schiava, ci siamo coricati Padrone.
E’ sempre interessante e ricco di sensazione trascorrere del tempo con Lei, sentire il Suo calore, sentire le Sue mani sul corpo che Le Appartiene dona a me sempre tantissime emozioni Padrone.
Il risveglio del mattino, è stato un qualcosa che non immaginavo e mi ha stampato un sorriso intenso sul viso Padrone.
Quando ha cominciato ad allungare le Sue mani sul mio corpo, sulle poppe, ha strizzato i capezzoli, ogni centimetro del mio essere ha iniziato ad eccitarsi terribilmente Padrone.
Mi ha fatto mettere in ginocchio davanti a Lei ed ha iniziato a scoparmi avidamente la bocca, si è sdraiato sul divano ed ha continuato a scoparmi la bocca tenendomi stretta la testa fra le Sue gambe e muovendo con foga la mia testa su e giù sul Suo cazzo Padrone.
In seguito si è posizionato appoggiato al divano e mi ha fatto leccare con molta cura e foga il Suo buco del culo Padrone.
La Sua cagna vogliosa era tremendamente felice di leccarLe il buco del culo, sentire la Sua eccitazione salire mentre lo facevo aumentava la mia felicità Padrone.
Mi ha fatto sistemare sul letto con le gambe alzate e la testa appoggiata al divano, ha continuato avidamente a nutrirsi della bocca che Le Appartiene Padrone.
Essere in quella posizione, con le Sue mani che reggevano la mia testa e il Suo cazzo che scopava con foga la mia bocca e diventava più grosso rendeva la situazione ancora più eccitante Padrone.
Poi mi ha fatto alzare, in ginocchio al Suo cospetto ha continuato a scoparmi la bocca, premendo per bene la testa sul Suo cazzo Padrone.
Mi ha fatto staccare dal Suo cazzo, ha iniziato a masturbarsi avidamente mentre io continuavo a leccarLe le palle Padrone.
Più le leccavo le palle, più Lei aumentava la velocità della Sua masturbazione, fino a quando la Sua sborra è copiosamente esplosa sul mio corpo Padrone.
In ginocchio ai Suoi piedi, ho ammirato colare la Sua sborra e l’ho ringraziata profondamente per l’Onore di avere ricevuto la Sua sborra su di me Padrone.
In seguito ci siamo risistemati e siamo andati a far colazione assieme, dopo colazione abbiamo preso i nostri bagagli e ci siamo diretti al centro commerciale Padrone.
Arrivati al centro commerciale, abbiamo cercato il negozio dove andare a comprare quello che è il mio regalo di natale, ogni qualvolta sono con Lei sento sempre il Suo sguardo fisso su me anche da lontano per controllare ogni mio movimento Padrone.
La ringrazio infinitamente per il Suo regalo, per tutte le emozioni che mi ha donato in queste 24 ore insieme, fa sempre bene al mio fisico e alla mia mente trascorrere del tempo con Lei Padrone.
La Sua schiava Luna piena Padrone.

Che dire Wooow strepitoso 👏👏

Premetto io nn sono tifosa di nessuno, da quello che mi capita di leggere Ronaldo è un calciatore di un livello superiore.

Ma se devo essere sincera, quando ho visto questo video la persona che ha suscitato in me stupore e profonda ammirazione non è Ronaldo ma il ragazzo di 12 anni nato senza gambe.

Wooow veramente chapeau a questo ragazzo come si muove, come si destreggia malgrado la natura nn sia stata clemente con lui.

Strepitoso veramente 👏👏👏👏