01.10. 2017 36. Incontro col Padrone (2. parte)


Sono trascorsi due mesi dal nostro ultimo incontro, noi ci siamo sentiti quotidianamente ma la Sua presenza fisica ha sempre un risvolto emotivo intenso per me Padrone.
Come la sessione precedente La raggiungo nella Sua terra, parte sempre l’agitazione sia per il viaggio e sia per la sessione che con Lei sono sempre piene di incognite Padrone.
Visto il mio stato di salute, fino all’ultimo ho sempre timore di non essere in forma e di dover a malincuore rinviare la sessione come è accaduto la settimana prima del nostro incontro Padrone.
Le Sue indicazioni in merito a questa sessione sono pantaloni, maglietta a maniche lunghe, autoreggenti, senza intimo, scarpe comode, capelli raccolti e trucco come al solito da portare con me cambio di intimo, rossetto, maschera normale e solo bocca Padrone.
In aggiunta 10 aghi sottili, disinfettante, cotone in abbondanza, plug con gioiello rosa, preservativi e guanti in lattice Padrone.
Con queste premesse il pensiero va agli aghi che da diverse sessioni mi promette che verranno inseriti nelle grandi labbra e quindi un fremito di paura mista ad eccitazione mi prende sempre quando penso a questa possibilità Padrone.
Mentre viaggio per arrivare da Lei, sono sempre molto emozionata e penso a quello che mi potrebbe accadere durante il nostro incontro, quella che mi emoziona anche il fatto di poterLa rivedere e il sentimento è aumentato a causa della distanza temporale che ci ha separato Padrone.
Finalmente arrivata alla stazione, l’emozione si fa intensa quando La vedo arrivare sul marciapiede della stazione in cui arrivo Padrone.
Il mio passo dietro di Lei si fa lento ed insicuro per l’emozione di vederLa e per il viaggio in treno che mi scombussola sempre un pochino Padrone.
Dopo il nostro pranzo assieme dove colloquiamo piacevolmente di ciò che è accaduto quando non siamo stati insieme ed un modo anche per scambiarci pensieri ed opinioni sulle proprie situazioni private Padrone.
Arrivati all’hotel dopo le solite procedure del caso, mi ordinate di andare in bagno, spogliarmi ed infilare il plug col gioiello nel culo Padrone.
Nel mese di agosto c’è stato il mio compleanno, come regalo mi avete concesso tre opzioni quale scegliere come regalo di compleanno, una delle opzioni era essere inculata da uno sconosciuto, la sfortuna vuole che non abbiamo trovato uno sconosciuto disponibile per questa sessione quindi l’opzione che si è inventato un inculata con un sextoys di un bel diametro Padrone.
Quindi una delle prime pratiche effettuate durante quest’incontro è stato essere inculata, dopo avermi fatto posizionare a pancia in su, cuscino sotto il culo ha iniziato ad inculare per bene con colpi ben decisi e profondi nel culo Padrone.
E’stato molto intenso e particolare essere inculata da Lei, in quanto in questi 4 anni di rapporto e di sessioni non sono mai stata inculata da Lei, quindi ero veramente molto emozionata ed eccitata durante questa pratica, ad ogni colpo la fica era sempre più fradicia e visto che era permesso orgasmo libero, sono venuta sette volte uno dietro l’altra mentre Lei mi stantuffava con vigore e forza ed a tratti mi baciava con intensa passione, alternando anche momenti in cui metteva il sextoys o la Sua mano dentro la fica o strofinando per bene il clitoride per aumentare la mia eccitazione/intrigo Padrone.
Ad ogni orgasmo, con voce rotta dai brividi e dal corpo che fremeva ho ringraziato per avermi concesso di godere Padrone.
Dopo i sette orgasmi, mi avete fatto sistemare in ginocchio con Lei in piedi davanti a me iniziate a scoparmi vigorosamente e con molta forza la bocca, prendendo la mia testa e tirandola avanti e indietro col Suo cazzo in bocca, alternando scopate in bocca alla Sua mano che fruga con forza nella mia bocca facendomi sbavare, schiaffi e dandomi della cagna Padrone.
Mentre mi scopate con vigore, trattandomi come la Sua cagna che sono, siete eccitati fino al punto che alla fine della scopata in bocca mi sborrate dentro mentre il Suo cazzo è profondamente nella mia gola che sta toccando praticamente con lo schizzo caldo e gustoso le mie tonsille Padrone.
Un emozione anch’essa mai provata perché è la prima volta che mi sborrate mentre siete profondamente dentro la mia gola, ovviamente ingoio fino all’ultima goccia della Sua sborra Padrone.
Dopo gli attimi di pausa che sono intensi e sono piene di calore, quando Lei mi avvolge sotto la Sua ala lasciandomi appoggiare la mia testolina sul Suo petto e tutto passa in quel momento Padrone.
Un altro step di questa sessione sono stati i 60 colpi che ho subito sul culo sdraiata a pancia in giù, questi sessanta colpi erano divisi in 40 colpi di cane e 20 di filo elettrico che sono stati assestati sul culo, gambe e schiena, diciamo che sul culo sono più abituata a riceverli, mentre quelli su schiena e gambe sono stati più intensi e brucianti da farmi muovere mentre colpiva sia la schiena che le gambe Padrone.
La cosa particolare che quando colpivate schiena e gambe non riuscivo bene a distinguere quello che è stato l’attrezzo utilizzato Padrone.
Un ulteriore step dell’incontro è stato quando mi avete fatto sdraiare prima a pancia in su col plug col gioiello in culo ed avete cominciato a giocare con la fica infilandomi le mani ed il sex toys nella fica mentre mi stantuffavate per bene, è stato difficile resistere dal godere Padrone.
In seguito mi avete fatto alzare in piedi, avete cominciato a legare i seni, facendo passare la corda nel collare con dietro una striscia di tessuto contenente degli anelli che sono posizionati dietro la schiena che finiscono con delle polsiere, avete fatto passare la corda prima nei seni poi dietro infilate in questi anelli e ritornando poi con la corda fino ai seni di nuovo stringendo vigorosamente la corda sui seni, maschera solo bocca, ball gag in bocca Padrone.
Cosi posizionata e sistemata, mi avete sedere al bordo del letto, la safe è piede sx fermo il gioco, piede dx lo ricominciamo Padrone.
Durante i colpi alcune volte quando i colpi erano brucianti ed intensi ho detto la safe, avete iniziato con la tetta dx ho sopportato diversi colpi intensi di cane fino a dire la safe, poi una volta ripresa avete colpito la tetta dx in totale 60 colpi di cane divisi per le due tette Padrone.
Sono stati colpi in cui in certi momenti il bruciore/dolore era cosi intenso da far scendere qualche lacrime nella ball gag che avevo in bocca ed a tratti cercavo di espellere per poter respirare e deglutire le lacrime che scendevano sul viso Padrone.
Come ciliegina sulla torta dopo i colpi ricevuti avete messo due aghi per capezzoli traforando dall’alto verso il basso il capezzolo sia destro che sinistro questo due volte per entrambi i capezzoli, l’ultima volta non ricordavo che avessero fatto cosi male, ma credo che il tutto sia stato potenziato dal fatto che i seni erano entrambi legati ed erano già stati colpiti per bene dal cane Padrone.
Le striature dei Suo segni sul corpo e sulle tette erano ben violacei e visibili, ad oggi che sono trascorsi 14 giorni gli ematomi sono ancora ben visibili maggiormente sul seno dx quello che ho resistito di più senza dire la safe Padrone.
I Suoi segni, il Suo marchio su di me, Le Sue mani che hanno agito su di me la Sua schiava che è Onorata e fiera di esserlo Padrone.
La sessione ha fine dopo questi colpi, mi togliete in primis la ball gag, poi le corde, controllare i Suoi segni e fare le foto ai seni dopo i Suoi marchi Padrone.
Una volta che ha tolto tutti gli oggetti che avevo addosso, vado in bagno mi asciugo le lacrime, mi ricompongo per tornare di nuovo al Suo cospetto Padrone.
Grazie infinite per tutto ciò che mi donate ad ogni sessione, ogni volta nuove emozioni, ogni volta nuove pratiche aggiunte al nostro percorso insieme Padrone.
La Sua schiava luna crescente