Le prime vacanze insieme al Padrone

Quando abbiamo iniziato a parlarne insieme vedevo questa situazione una cosa cosi lontana, in fondo nei rapporti avuti in precedenza non era mai stato minimamente sfiorato il pensiero di una vacanza insieme al Padrone.

Il primo tassello da passare era convincere l’ostilità di chi sta attorno a me ad andare in vacanza con Lei Padrone,ma grazie al Suo non farmi demordere da questo lasciarmi sopraffare dagli altri finalmente ho parlato con loro chiaramente ed abbiamo deciso dove andare Padrone.

Ammetto che ho molti sentimenti contrastanti dentro di me… eccitazione, intrigo, timori ed anche paure …

I lettori diranno paura de che…. sei in vacanza….

Sarà la primissima volta in vita mia che vivrò un rapporto 24/7, una Dominazione che non equivale solo una giornata insieme Padrone.

Sono veramente felice di trascorrere del tempo con Lei e di viverla pienamente Padrone, sto contando i giorni che mi separano da Lei e dalle nostre vacanze 🙂

Finalmente mare…lo sogno da febbraio quando sono stata in costa azzurra…. e finalmente cinque giorni solo per Lei Padrone, dove nessuno ci può disturbare o interrompere Padrone.

Non vedo l’ora, ho già provato l ‘emozione di preparare la valigia secondo le Sue richieste Padrone ed è già stata una situazione molto emozionante Padrone.

Cari/e lettori/trici vi farò sapere al mio rientro come sarà andata….a prestoooooooooo

Umilmente Sua MezzaLuna

Tocca a te decidere cosa vuoi essere….

Un uomo si sentiva perennemente oppresso dalle difficoltà della vita e se ne lamentò con un famoso
maestro di spirito.
“Non ce la faccio più! Questa vita mi è insopportabile”
Il maestro prese una manciata di cenere e la lasciò cadere in un bicchiere
pieno di limpida acqua da bere che aveva sul tavolo, dicendo: “Queste sono
le tue sofferenze”.
Tutta l’acqua del bicchiere si intorpidì e si insudiciò. Il maestro la buttò via. Il
maestro prese un’altra manciata di cenere, identica alla precedente, la fece
vedere all’uomo, poi si affacciò alla finestra e la buttò nel mare. La cenere
si disperse in un attimo e il mare rimase esattamente come era prima.
“Vedi? – spiegò il maestro – Ogni giorno devi decidere se essere un
bicchiere d’acqua o il mare!”

Il mare…

Il mare, è una fonte d’ispirazione preziosa perchè coinvolge tutti i tuoi sensi, con la sua voce impetuosa,

con il suo profumo avvolgente,

con la sua schiuma salata e fredda,

con la sua bellezza!

E il tuo sguardo annega nella sua immensità che ti avvolge l’anima arrivando nei punti più profondi,

portando a galla la tua interiorità!

“Un pianoforte… datemi un pianoforte sulla spiaggia, affinché, suonando, il mare si prenda la mia anima!”

Alberto Grandinetti

il mare impetuoso....