23.07.2017 35. Incontro col Padrone ( seconda parte)

È trascorso quasi un mese dal precedente incontro, ricevo da Lei una settimana prima della data Le indicazioni sulla futura sessione e come si sarebbe svolta, questa volta devo raggiungerLa nella Sua terra Padrone.

Un pochino leggendo che avrei dovuta raggiungerLa, mi è venuta l’agitazione perché non sono cosi abituata a viaggiare da sola soprattutto come il Suo stato di salute fluttuante Padrone.

La premessa alla fine della mail era che col mestruo la sessione sarebbe saltata, l’incontro si sarebbe svolto di sabato ed ovviamente come ciliegina sulla torta il giovedì iniziano ad arrivare le mestruazioni a rompere le uova nel paniere Padrone.

Mentre ero già un po’ demoralizzata del fatto che sarebbe trascorso ancora del tempo per vederci, su whatsapp mi scrive verso mezzogiorno di sabato che se me la sentivo la sessione ci sarebbe stata ugualmente in versione ridimensionata rispetto a quello che inizialmente aveva in mente Padrone.

Impiego delle ore per decidere più che altro in base alle condizioni di salute di mia madre che è ricoverata in ospedale, in serata in base alle condizioni di mia mamma tramite un msg wa Le comunico ovviamente dopo aver fatto i biglietti che l’indomani ci sarebbe stato l’incontro salvo imprevisti di salute Padrone.

Prima di andare a dormire, ricevo Le Sue indicazioni in merito a come vestirmi per l’indomani, cioè capelli sciolti, trucco solito, scarpe basse, mutande senza reggiseno, gonna lunga leggera, maglietta rossa senza maniche, da portare con me ovviamente un ricambio di intimo, 6 aghi,cotone e disinfettante, maschera Padrone.

Sono sempre molto emozionata quando viaggio in treno, soprattutto quando devo venire da Lei per una sessione Padrone.

I viaggi in treno paradossalmente a quanto scritto sopra mi hanno sempre rilassato anche quando mi facevo un ora di treno ogni giorno per andare a scuola, il passare di paesaggi e la facoltà di liberare la mente durante il viaggio mi ha sempre rilassato, mentre sono in viaggio verso di Lei la mente vaga verso quelli che potrebbero essere i scenari del nostro incontro per quello mi emoziona sempre Padrone.

Arrivata alla stazione da lontano ho visto che mi veniva incontro e l’emozione mi è salita fortemente dentro, con un sorriso stampato e lo sguardo basso Le sono venuta incontro e ci siamo salutati Padrone.

Una volta salita in macchina, siamo andati nel nostro luogo di perversione, durante il percorso una volta allacciata la cintura avete abbassato la maglietta ed iniziato a stringere con vigore i capezzoli, mi avete  fatto slacciare la cintura e durante il viaggio ha assaggiato con molta cura con Le Sue mani Padrone.

Questo ha fatto si che la mia fica si bagnasse, non solo per Le Sue sapienti mani ma anche perché qualche guidatore in senso opposto poteva vedere le poppe e questo mi eccitava, prima di arrivare al motel mi fate risistemare la maglietta Padrone.

Dopo il checkin prendiamo possesso della stanza, entro timidamente dietro di Lei, attendo Sue indicazioni in merito al da farsi, mi metto dietro la poltrona in attesa di un Suo cenno, Lei si avvicina a me si mette dietro di me e comincia a strizzare e palpare le tette con vigore e forza Padrone.

Mi ordinate di seguirLa, mi fate sedere aprite i calzoni ed iniziate a scoparmi la bocca, non felice della posizione mi fate mettere in ginocchio con Lei in piedi davanti a me e continuate a scoparmi con vigore in bocca, alterando scopate a schiaffeggi Padrone.

Continuate in quella posizione a scoparmi in bocca, mentre alternate schiaffi al viso, alle tette, una volta finito in quella posizione che mi fa sentire la Sua cagna vogliosa mi ordinate di sdraiarmi per terra, con Lei in piedi davanti a me, con i piedi cominciate a torturare la faccia, scende verso le tette colpendole prima a destra poi a sinistra, lentamente scendo verso la pancia schiacciando la pancia ed infine la patata che stimola e colpisce Padrone.

Questo viene svolto sia col piede sinistro che col destro attraverso la stessa metodologia, il tutto mentre Lei tiene in mano le mie gambe, è una situazione veramente molto strana, e la prima volta che provate a fare questo ed in quella posizione, la cosa mi ha eccitato molto, ho provato in più di un occasione a precedere e pensare cosa mi poteva fare ma ahimè come sempre non ci sono riuscita, Lei è sempre un passo avanti a me Padrone.

Come in ogni altra situazione vissuta con Lei, mi sono sentita completamente nelle Sue mani ed a Sua disposizione Padrone.

Una volta fatto adagiare completamente per terra, posizionata la maschera, mi fate arrivare a cagnolina a 4 zampe verso l’altra posizione del letto dove nel frattempo Lei si è sistemato, una volta arrivata da Lei mi ordinate di leccare i piedi prima uno poi l’altro lentamente per ogni dito, prendendomi cura di ogni cm del Suo piede Padrone.

Una volta finito di leccarLe i piedi, mi fate mettere con la testa appoggiata al bordo del letto ed iniziate a scoparmi prima lentamente poi con vigore la bocca, facendomi assaporare bene la cappella secondo i Suoi ritmi prendendomi con le mani per la testa, schiaffeggiandomi per dieci volte il viso ringraziandoLa ad ogni colpo ed aspettando a bocca aperta la Sua Onorata e Preziosa sborra che fluisce con generosità nella mia bocca, Lei ne raccoglie ogni goccia che cola sul mio viso e le mie tette ed io con infinita gratitudine La ringrazio della Sua sborrata in bocca Padrone.

Una volta ripuliti dalla Sua preziosa sborra e tolta la maschera che indosso ci prendiamo i nostri consueti attimi di tenerezza e coccole che adoro tanto e che mi fa sentire completamente protetta ed avvolta da Lei che è la mia Luce che mi nutre come dicevo nel post precedente ogni volta che sono con Lei mi ricarico perché mi nutro della Sua essenza e della Sua luce Padrone.

In seguito mentre è sdraiato tira fuori un coltellino dalle Sue cose che ha portato, Vi avvicinate a me col coltellino ed iniziate con la parte meno appuntita a sfiorare ogni cm del corpo che Le appartiene, partendo dai capezzoli facendoLe come dei geroglifici, attorno ai seni, sulla petto e sulla pancia procurandomi dei brividi ed un eccitazione pazzesca Padrone.

Per aumentare l’eccitazione mi ordinate di girarmi e sempre con la punta del coltellino iniziate a passarLo sulla schiena, partendo dal fondoschiena salendo verso l’alto arrivato a metà altezza mi procurate dei brividi pazzeschi che convergono verso la fica e mi eccita terribilmente Padrone.

Per essere ancora più intrigante continua il Suo giochino partendo dal basso nella parte posteriore salendo fino all’intera gambe questo dietro e davanti procurandomi dei brividi ed un eccitazione fuori da ogni logica Padrone.

E’ incredibile come un arma che potrebbe fare del male, è in grado di procurare tutti quei brividi e quell’emozioni indescrivibili che portano la fica a bagnarsi in quantità importanti Padrone.

Una volta fatto questo giochino, mi concedete di venire strizzandomi fortemente i capezzoli, La ringrazio infinitamente per avermi concesso di venire attraverso Le Sue sapienti mani Padrone.

Un altro step di questo incontro, è stato quando mi ha posizionato il collare con le polsiere dietro la schiena, mi ha legato i seni stretti stretti, mi ha fatto sedere a bordo letto e mi ha colpito le tette con 30 colpi di cinghia, 40 colpi di cane e 40 colpi col filo elettrico segnando vistosamente i seni con i Suoi segni che tuttora porto addosso Padrone.

Mi sono meravigliata di me perché malgrado i colpi sono stati ben presenti e decisi ed io fossi nel periodo mestruali e quindi le tette ben più sensibili rispetto al solito, ho retto bene i colpi senza dire la safe durante tutti i colpi Padrone.

Dopo un ulteriore momento di tenerezze e relax in cui abbiamo anche parlato dei nostri momenti di vita in cui non ci vediamo e ci siamo confrontati, momenti in cui mi sento sempre molto vicina a Lei, nel quale approfitta per mordicchiare i capezzoli, i seni, per baciarmi appassionata e farmi sentire anche in quei momenti completamente Sua Padrone.

Arriva il momento che avevamo lasciato indietro dal precedente incontro, nel quale mi aveva chiesto di scegliere due pratiche (una evasa la sessione precedente quella della deprivazione sensoriale) la seconda invece era di posizionare a 4 zampe sul letto fissata alle caviglie ed ai polsi con la medesima barra di stoffa resistente Padrone.

In questa bella posizione completamente a Sua disposizione, iniziate a colpire col cane il culo almeno una decina di colpi, in seguito prendete il filo elettrico ed iniziate a rullarLo sul mio culo, non so per quale motivo questa pratica mi ha fatto provare un misto di brivido/eccitazione che non mi ha procurato dolore ma un eccitazione fortissima che ho iniziato a ridere copiosamente perché dovevo far qualcosa in quanto avrei rischiato di venire in un orgasmo potente ed intenso senza il Suo permesso e questo mi avrebbe fatto rischiare una punizione, cosa che non volevo, avrei rovinato il momento, ripresa a fatica dal ridere e dal non respirare perché questi brividi intensi mi hanno provocato anche questo, abbiamo continuato la pratica finendo di colpire il culo con il cane lasciando solchi intensi e ben vistosi sul culo Padrone.

L’ultima parte dell’incontro, avviene nella doccia, in cui mi conducete, mi ordinate di mettermi in ginocchio al Suo cospetto ed iniziate prima a scoparmi in bocca vigorosamente, alternando scopate a schiaffi per eccitarSi è venute di nuovo copiosamente nella bocca e addosso, in seguito lentamente mi pisciate in bocca e addosso, all’inizio cerco di trattenere tutta la piscia in bocca per farsi di non deglutire anche la Sua sborra poi visto che voglio perdere il meno possibile del Suo piscio nella mia bocca, inizio a deglutire man mano che sgorga il Suo piscio nella mia bocca fino a berLa quasi tutta Padrone.

Ovviamente alla fine La ringrazio infinitamente di avermi concesso l’Onore della Sua sborra e del Suo piscio Padrone.

Una volta fatta la doccia e scambiate ancora coccole e calore, durante il quale gioca ancora con la Sua schiava, mi porta la Sua mano alla gola e stringe fino a farmi male per farmi presente come promemoria che Le Appartengo, Lei può fare di me ciò che desidero, che il mio dolore è il Suo piacere, che senza di Lei non sono nulla Padrone.

Tutto ciò non l’ho mai dimenticato, La ringrazio infinitamente di concedermi l’Onore quotidianamente di essere Sua, della Sua presenza nella mia vita, della sessione che mi ha regalato altre emozioni Padrone.

La ciliegina sulla torta della giornata, è stato quando soppresso il treno che dovevo prendere per venire a casa, Vi ho chiamato per avvisarLa e Lei è venuto in mio soccorso e l’ho apprezzato molto questo Padrone.

Durante il viaggio di ritorno un mega sorriso ed una soddisfazione era stampata sul mio volto, mi siete mancato molto Padrone.

Grazie infinite per tutto ciò che mi avete donato anche oggi, la Sua schiava luna crescente.

23.10.2016 29.incontro col Padrone (seconda parte)

Quando trascorre del tempo tra un incontro e l’altro la mia testolina vaga verso mete insane, mi sento incompleta e mi sento in crisi di astinenza da Lei Padrone.

Ultimamente sono sempre le mie vicissitudini di salute che mi portano lontano da Lei, non è mai una cosa volontaria Padrone.

La sera precedente al nostro incontro, ho sperato con tutte le mie forze che l’indomani dovevo star bene e non rimandare per l’ennesima volta il nostro incontro Padrone.

Le Sue indicazioni sono state truccata con eye-liner e ombretto nero sugli occhi, rossetto rosso, indosso corsetto nuovo, balconcino e perizoma rosso, autoreggenti nere, scarpe col tacco, indosso gonna corta nera e camicia bianca in quanto il tempo di domenica mattina era piovoso, sopra visto che era freschino un giubbino rosso Padrone.

Da portare con me speculum, maschera e preservativi Padrone.

Inizialmente erano previste anche ginocchiere e guanti, ed io dovevo essere nuda sotto al pastrano ma come scrivevo prima il tempo era piovoso quindi tutto è saltato Padrone.

Quando vedo la Sua macchina giungere verso di me davanti a casa, il mio cuore inizia a battere veloce, è trascorso del tempo quando i nostri sguardi si sono incontrati e mi sento molto emozionata, confido in cuor mio che tutto sia perfetto e le Sue indicazioni siano state esaudite alla lettera Padrone.

Salgo in macchina molto emozionata e felice di vederLa, andiamo a fare un giro ed a pranzo insieme trascorrendo delle ore piacevoli insieme Padrone.

Per tutto il pranzo mi mantengo un po’ sulle mie per evitare di commettere errori nel risponderLe, sono essenzialmente in ascolto di Lei Padrone.

Dopo pranzo arriviamo al motel luogo dei nostri intriganti incontri, una volta entrati in camera mi fate sistemare le cose che ho portato con me sul divanetto e ordinate di svestirmi e di restare in reggiseno e perizoma Padrone.

Una volta arrivata da Lei, mi ha consegnato il regalo per il mio compleanno, molto emozionata ed anche un po’ tremolante apro il pacchettino verde che mi avete donato, nel quale è contenuto un anello portante la scritta “Schiava di MasterSem“, un emozione veramente intensa che mi ha riempito il cuore e mi ha reso incapace di parlare dal quanto ero emozionata ho saputo solo dirLe “grazie infinite per il regalo Padrone“. Padrone.

Non mi sarei mai aspettata un regalo simile, ed inoltre la Sua spiegazione del fatto che non portava l’anello che Le ho regalato in quanto non sentiva giusto portarlo solo Lei Padrone.

E’ stato un momento veramente molto intenso ed emozionante che mi ha fatto sentire ancora più Sua e legata a Lei Padrone.

Dopo questo momento cosi intenso, torniamo ai nostri giochi iniziandomi a scopare in bocca con Lei in piedi ed io seduta sul letto, è sempre molto intenso ed eccitante quando risento il Suo cazzo che mi scopa con foga la bocca Padrone.

Dopo mi fate sistemare in ginocchio e continuate a scoparmi in bocca, in seguito fatemi sistemare sul letto sdraiata a pancia su iniziate a schiaffeggiare le poppe, mentre mi mettete una mano al collo e stringete la mano, scopandomi la fica e dicendomi “sei una lurida cagna“, mi fate venire con un orgasmo intenso e soffocato dalla Sua mano che mi stringe la gola Padrone.

All’inizio quando appoggiavate cosi la mano e mi stringevate la gola mi spaventavo notevolmente e mi eccitavo, adesso devo ammettere che l’eccitazione ha preso il sopravvento sulla paura, mi fido di Lei e so che non mi farebbe mai volontariamente del male Padrone.

In seguite mi ordinate di sdraiarmi a pecora e mi scopate la fica da dietro assestandomi 5 colpi con le Sue possenti mani sul culo che mi fanno fremere Padrone.

Notevolmente eccitata, mi indicate di sdraiarmi dritta sul letto vicino a Lei, in modo che venite con la Sua sborra calda direttamente sulle mie poppe Padrone.

E’ sempre un intensa sensazione un misto di eccitazione ed intrigo che mi fanno bagnare sentire la Sua sborra calda e copiosa che cola sulle mie poppe, mi sento sempre molto Onorata di questo regalo che mi fa ogni volta che accade Padrone.

Dopo i nostri momenti intensi di gioco arrivano sempre periodi di coccole e intense calore umano dove i nostri corpi stanno molto vicini ed in cui mi sento sempre molto protetta ed avvolta dal Suo calore, in cui mi sento la Sua cagnolina adorante Padrone.

Mi mostrate il gioco nuovo avete acquistato un nuovo doppio fallo per una doppia penetrazione con vibratore sul fallo principale e più grosso, che testate direttamente su di me, inserendo il grande nella fica e il piccolo nel culo scopandomi con ardore e facendomi venire due volte di seguito con orgasmi intensi e vibranti di cui La ringrazio infinitamente per la sua concessione e mi colpite con due colpi ben decisi alla fica che potenziano l’effetto dell’orgasmo Padrone.

In quei momenti in cui i nostri corpi si avvicinano e si rilassano spesso e volentieri Lei si diverte a morsicarmi i capezzoli che Le appartengono causandomi spesso e volentieri degli intensi spasmi e pulsazioni alla fica ed inoltre vi appassionante a prendere con i Suoi denti le mie chiappette assestandogli dei morsi sempre ben evidenti e dolenti per alcuni giorni, il Suo marchio di fabbrica Padrone.

Il giorno precedente il nostro incontro tramite wa, mi riferite che al centro commerciale dovete fare una compera per noi, e mi chiedete di indovinare di cosa si tratti dopo alcuni tentativi mi scrivete che ne è ancora tre, se al terzo tentativo non indovino verrò punita, ovviamente non riesco ad indovinare malgrado le tre possibilità quindi mi spetta una punizione che mettete in atto proprio in questa sessione, quindi mi fate sistemare a 4 zampe sul letto mi mettete la sbarra con le cavigliere e polsiere in modo che resto completamente esposta ai Suoi voleri Padrone.

In quella posizione mi colpite 40 volte il culo, tramite cinghia, cane, filo elettrico e mani, ogni tanto i colpi vengono interrotti dalla safe soprattutto quando i colpi si avvicinano alla zona del culo e della patata e quando si tratta del cane e del filo elettrico che procurano sempre un bruciore intenso e immediato al culo Padrone.

Difatti dopo i colpi il culo si presenta sempre striato e passando le mani si avvertono dei solchi intensi sul culo, i Suoi segni marchio di fabbrica Padrone.

L’altro momento molto hot dopo i nostri momenti di tenerezza è stato il fisting, spesso e volentieri sono già agitata ancora prima che arrivi, perché ho sempre paura di non riuscire in questa pratica e deluderLa Padrone.

Durante questa pratica spesso l’ho interrotta nel momento in cui avvertivo dolore intenso e mi sento sovrastare dalla Sua possente mano, ma c’è stato un momento in cui mi sentivo completamente piena della Sua possente mano Padrone.

Alla fine del fisting mi sono messa a piangere perché sentivo di averLa delusa, dentro di me non riesco mai a capire quando Lei riesce effettivamente ad inserire tutta la mano col pugno dentro di me quindi avevo di nuovo la sensazione di non essere riuscita in questa pratica Padrone.

Quando mi avete ordinato di andare in bagno a lavarmi dopo questa intensa pratica venite in bagno con me e mi mettete il Suo cazzo in bocca mentre ero seduta sul bidet e questo mi rilassa immensamente e mi eccita notevolmente ogni volta che accade Padrone.

Grazie infinite per l’infinita pazienza che avete con me quotidianamente e ad ogni sessione soprattutto nei momenti più intensi degli incontri Padrone.

La sessione si conclude dopo che mi avete fatta sdraiare sul letto ed iniziate a scoparmi la bocca, poi mi fate mettere in ginocchio assestandomi schiaffi al viso e 10 colpi sulle poppe mi fate sedere per terra e venite copiosamente in bocca Padrone.

E’stato molto emozionante ed un Onore sentire la Sua sborra calda sulla lingua ed in gola Padrone.

Grazie infinite per tutte le intense emozioni che mi avete donato, per la concessione dei tre orgasmi che mi avete concesso Padrone.

Dopo ogni sessione ne esco provata ma col corpo ed il cuore pieno di gioia perché mi sono rinutrita di Lei e delle Sue sapienti mani Padrone.

La Sua schiava Luna crescente.

23.10.16 29. incontro col Padrone (1.parte)

Un altro incontro intenso di emozioni Padrone.

Mi sono rinutrita della Sua Luce e questo mi ha donato nuova linfa Padrone.

Ed ho ricevuto un regalo decisamente che non mi sarei mai aspettata e mi ha riempito il cuore Padrone.

Grazie immensamente per tutto ciò che mi ha donato oggi Padrone.

La Sua schiava Luna crescente.

Il Suo prezioso regalo Padrone

24.04-28.04.2016 vacanza in Trentino col Padrone

Quando Lei mi ha comunicato la Sua decisione che avremmo fatto le vacanze insieme, ero felice e stupita nello stesso attimo, a causa del mio stato di salute ultimamente un po’ precario Padrone.

Fortemente emozionata dal fatto che era parecchio tempo che non trascorrevano più di due giorni insieme, ma dentro di me un pochino scettica che sarebbe potuta accadere, ho vissuto questo periodo dal momento della Sua decisione al momento reale dell’effettiva vacanza Padrone.

Ultimamente sono diventata così non ci credo se non lo vedo accadere qualcosa, questo per evitare dentro di me una cocente delusione Padrone.

Come ogni qualvolta ci vediamo una settimana prima della partenza mi date le Sue indicazioni in merito a cosa mettere in valigia, attraverso una chiacchierata via Skype, è stata emotivamente molto intenso rivederLa di nuovo in skype e attraverso la webcam in quanto è trascorso del tempo del nostro ultimo incontro Padrone.

Ci sono situazioni che per alcune persone sono la normalità, per altre sembrano eventi eccezionali che procurano dentro di sé ansie ed emozioni intense Padrone.

Questo è il mio caso, in quanto da parecchio tempo non stavo fuori casa per alcuni giorni e altrettanto non viaggiavo in treno per conto mio e questo Lei lo sa Padrone.

Con quel brivido fatto di ansia ed emozione, ho nei giorni precedenti il viaggio ho trascorso le mie giornate, indaffarata tra lavoro e sistemare casa in funzione della mia assenza da casa per alcuni giorni, ho la sera precedente del viaggio preparata la valigia cercando di farci stare tutto ciò che mi ha indicato Padrone.

Altra situazione che mi procurava agitazione/emozione che durante la nostra vacanza insieme sarebbe venuta la Sua adorata cagnolina fufy Padrone.

Non è sempre facile piacere agli animali, pur che se ne dica, loro sentono attraverso odore e vibrazioni se una persona gli piace o no, se c’è feeling da subito tutto procede bene, se iniziano ad abbaiare diventa problematica la cosa Padrone.

Poi dentro di me non so perché piacere alla fufy sarebbe stato per me un ulteriore passo avanti nel Suo mondo Padrone.

La sera prima della partenza non ho dormito un granché mi sentivo frizzante, con immense vibrazioni dentro di me che cerco di mascherare con chi mi stava accanto per incutere anche tranquillità ad una situazione che in casa portava grosse preoccupazioni Padrone.

Mi risveglio al mattino pimpante per fortuna ci sentivo bene e non avevo le vertigini (ne avevo timore a dir la verità), pronta a partire con tutta la gioia che sprizzava da tutti i pori perché finalmente sarei stata esclusivamente con Lei, mi vesto secondo le Sue indicazioni, pantaloni, top lungo con le spalle scoperte rosso lungo, corsetto stringi vita, senza reggiseno e col slip aperti davanti rossi, scarpe comode, prendo i miei bagagli e vado alla stazione cosi prendo il treno che inizialmente mi porta fino a milano centrale e poi da lì cambio treno che mi porta alla stazione che mi avevamo concordato insieme Padrone.

Arrivata alla stazione concordata, scendo dal treno e Lei è li con la Sua cagnolina al seguito che mi attendevate, come da Lei consigliato mi chino in modo che siamo alla stessa altezza e le faccio annusare il palmo della mia mano, sono molto felice perché non abbaia e quindi questo significa che le sono piaciuta Padrone.

Durante tutto il viaggio la Sua cagnolina è rimasta accucciata ai miei piedi con la testolina appoggiata alle mie gambe tranquilla e beata Padrone.

Arrivati all’albergo e sbrigate le faccende amministrative prendiamo possesso della camera e Lei prende possesso della Sua schiava Padrone.

Che emozione risentire le Sue mani su di me, sfiorarmi il corpo che Le appartiene, i capezzoli strette nelle Sue possenti mani Padrone.

In questa vacanza sono stata la Sua schiava sessuale, è stato intenso quando mentre stavo godendo dopo che Lei mi ha preso con forza mi ha appoggiato la mano al collo ed ha stretto smorzando l’urlo ma aumentando la mia eccitazione Padrone.

In quel momento ero un misto di eccitazione e “paura” ma non nel senso che avevo paura che stringesse fino a farmi del male mi fido totalmente di Lei e so che non farebbe mai nulla per mettere in pericolo la mia vita Padrone.

Ma quella sensazione che si avverte un misto tra paura ed eccitazione, il tutto amplifica l’eccitazione che si prova, sembra paradossale ma la paura crea intense emozioni e viceversa Padrone.

Altro momento intenso quando mi è venuto in bocca, adoro assaporare la Sua sborra, quando me ne concede l’Onore, ne sono golosa e Lei lo sa benissimo Padrone.

Quando in diverse occasioni mi ha svegliato sentendo le Sue possenti mani nella mia fica oppure sfiorando i capezzoli e strizzandoli, portando immediatamente il mio livello di eccitazione e di umori alle stelle e poi placandolo dandomi l’Onore di leccarLe il cazzo Padrone.

Tutto ciò portando il livello di eccitazione appena sveglia a dei livelli decisamente molto alti Padrone.

Grazie infinite per le volte che mi ha concesso di godere, per avermi concesso di LeccarLe il cazzo, di assaporare la Sua sborra Padrone.

La cosa che mi colpisce ogni volta è che accade nella quotidianità trascorsa anche durante questa vacanza che in ogni occasione con un solo Suo sguardo mi riporta al mio posto Padrone.

Basta un Suo sguardo o una Sua parola ed io ritorno nei ranghi del mio dovere Padrone.

Abbiamo trascorso dei bei momenti anche di tenerezza che mi hanno fatto rinutrire di Lei e ritemprato il nostro affiatamento Padrone.

Spesso e volentieri Lei mi mette alla prova facendomi fare cose che sembrano banali per alcune persone, mentre per me sono prove per infondermi maggior sicurezza di me stessa Padrone.

Questa volta aveva due cagnoline hai Suoi piedi, ma una dotata di due poppe e una fica Padrone.

Mi ha colpito quando Lei mi ha detto che in un certo senso sono tornata ad essere Falce di Luna, ma in un certo senso è vero in quanto le vicissitudini accadute ultimamente nella mia vita, e nel mio stato di salute hanno portato a retrocedere sulla mia sopportazione al dolore ed ai colpi, ma Lei per l’ennesima volta confida in me più che io stessa e crede nelle mie potenzialità, ed io sono vogliosa e testarda nel voler tornare a dove sono arrivata per poi poter diventare la Sua Luna Piena Padrone.

Grazie infinite per avere sempre fiducia nelle mie capacità ed in me e per la Sua pazienza Padrone.

Grazie infinite per aver voluto trascorrere del tempo con la Sua schiava nei posti che Lei ama con la Sua cagnolina Padrone.

Grazie infinite per tutte le emozioni che mi ha donato anche stavolta, Ve ne sarò sempre grata Padrone.

Con devozione la Sua schiava Luna crescente

20160425_094842

03.04.2016 26. Incontro col Padrone (seconda parte)

I momenti che trascorro con Lei sono sempre fonte di nuove esperienze, di emozioni e di rinascita per me Padrone.

Quando sono lontana da Lei mi sento incompleta, perché anche se Lei è dentro di me quotidianamente nei miei pensieri, sento che la Sua presenza fisica mi fa sentire completamente me stessa e completa Padrone.

In certi momenti quando sto un po’ di tempo senza vederLa, ultimamente sempre per i miei problemi di salute, quando La reincontro dentro di me affiora la paura di ricommettere gli errori che facevo da neofita, per questo motivo quasi sempre quando ci rivediamo sono sempre un po’ sulle mie silenziosa, per paura di rifare gli stessi sbagli e rischiare la punizione Padrone.

La prima parte del nostro incontro avviene come al solito, giro al centro commerciale e pranzo insieme, che mi arreca sempre grandi emozioni per poter riassaporare la Sua compagnia Padrone.

Per questa sessione mi fate preparare facendomi indossare gonna lunga, camicia bianca, scarpe col tacco, capelli raccolti, senza trucco solo il rossetto rosso, niente autoreggenti, collare ad anello l’ultimo che mi ha regalato Padrone.

Arrivati al motel, entriamo in stanza, mi fate sistemare le cose e Lei si sdraia sul letto e mi ordinate di sistemarmi in ginocchio di fianco al letto ed iniziate a schiaffeggiare entrambe le tette con le Sue sapienti mani Padrone.

Sento che pian piano malgrado le mestruazioni la mia fica si bagna sotto le Sue sapienti cure Padrone.

Dopodiché mi ordinate di mettermi sopra di Lei con le tette in modo che possano avvolgere il Suo cazzo e questa posizione mi eccita da morire Padrone.

Prendete in mano le poppe e iniziate a fare una spagnola stimolando con le tette il Suo cazzo, mentre Lei fa ciò mi ordinate di leccarLe il cazzo in modo che venga stimolato ed alternate la masturbazione del Suo cazzo allo scoparmi in bocca ed alle mie leccate Padrone.

Con voracità e gusto attraverso le mie poppe, le leccate, gli schiaffi quando non riesco a LeccarLa come si deve, arrivate ad avere un orgasmo intenso che Lei si schizza direttamente sulla Sua pancia Padrone.

Che emozione ed eccitazione vedere la Sua sborra sulla Sua pancia, che fremito guardarLa e non poterLa gustare senza il Suo ordine Padrone.

L’ho fissata per un tempo indeterminabile e con voglio golosa di poterLa gustare, saggiare con la mia lingua, la Sua sborra che per me è come nettare degli Dei, che è arrivata con le Sue sapienti mani, ma anche con le mie leccate, le mie poppe che mi Vi hanno eccitato e stimolato Padrone.

Sorridente nel vedermi cosi fremente, come una bambina piccola che vede il gelato per la prima volta è chiede alla mamma di poterlo avere, mi sento così piccola e golosa quando vedo la Sua sborra ed il Suo cazzo Padrone.

Che ci posso fare sono porcella, e non lo nego mai con Lei Padrone.

Finalmente arriva il momento in cui posso goderne appieno e con voracità lecco ogni goccia di sborra che ricopre il Suo addome rischiando anche di farLe solletico in alcuni punti Padrone.

Dopo mi sento appagata e nutrita dalla Sua panna Padrone.

Grazie infinite per avermi concesso di nutrirmi di Lei e della Sua sborra Padrone.

In seguito alla Sua sborrata e dopo un momento di relax dopo questo intensa attività, mi mostrate i nuovi regali che avete in serbo per me Padrone.

Mi ha comprato una nuova maschera con solo la bocca scoperta, un nuovo giocattolo che costituito di un collare a strep, con fascia sulla schiena con attaccate degli anelli in modo da poter inserire delle corde che finisce con delle polsiere regolabili ed in ultimo un paio di parigine nere Padrone.

Mi sistemate addosso il nuovo giocattolo passandomi la corda tra le tette e dietro la schiena, inserendolo negli anelli situati sulla fascia dietro la schiena, mi fate indossare la maschera, ballgag, mi fate sistemare davanti a Lei in piedi mi colpite i seni dapprima con il cane, in seguito ha provato ad applicare le pinze hai capezzoli ma li ho tollerati poco quindi ho subito detto la safe e Lei me li ha levate, ha fatto colare la cera sulle tette, provocando in me una grande eccitazione Padrone.

Dopo i brividi della cera, ha di nuovo colpito i seni con il filo elettrico che fa sempre il suo peccaminoso lavoro dando un bel colpo intenso e che arreca un bruciore pazzesco e la cinghia per dare il colpo di grazia ai miei umori Padrone.

I colpi sono meno intensi di quando ho passato la sessione per diventare Luna crescente, ma il mio corpo non essendo più cosi allenato e in forma ne risente per cui più spesso di quanto facevo una volta ho detto la safe e Lei prontamente si è fermato per lasciarmi il tempo di far riprendere il corpo Padrone.

Grazie infinite per la Sua pazienza e per il Rispetto che ha per la Sua schiava nel fermarsi quando dico la safe Padrone.

Finita questa pratica mi fate sistemare sul letto, sdraiata a pancia in su con un certo fremito addosso e incuriosita dal fatto che non so mai cosa mi aspetta quando sono nelle Sue sapienti mani, tra le Sue indicazioni per la sessione c’era il fatto di portare aghi, disinfettante e cotone, per cui mi aspettavo un pochino aghi nei seni ma non mi sarei mai aspettata che gli aghi sarebbero stati infilati nei miei capezzoli Padrone.

Quindi come prima scritto, dapprima ha posizionato su entrambi i seni le famose pinze di cui ho parlato in precedenza ed in seguito ha iniziato col seno dx infilandoci dapprima un ago e poi un secondo ago, ammetto che ho sentito inizialmente una sensazione di pizzicore associato a calore quando ha introdotto l’ago ma una volta dentro non ho sentito più nulla, non ho avvertito neanche il dolore della pinza che stringeva Padrone.

Ovviamente dopo esserVi occupato del seno dx è arrivato il momento di quello sx, nel quale avete introdotto un altro ago questa volta uno solo Padrone.

Non mi sono subito resa conto del fatto che Lei ha posizionato gli aghi nei capezzoli, ho sentito semplicemente un brivido quando ha applicato le pinze ed un pizzicore come dicevo prima quando ha introdotto gli aghi Padrone.

Anche nel momento di togliere gli aghi è stato talmente bravo e capace di non aver sentito niente nel momento di toglierli Padrone.

Un altro step è stato quando mi avete ordinato di mettermi a 4 zampe sul letto e mi ha inizialmente schiaffeggiato il culo per poi passare al cane, seguito dal filo elettrico che mi provoca sempre dei bruciori pazzeschi Padrone.

Una volta che Lei si è dedicato per bene al culo, mi fate alzare in piedi davanti a Lei, si è ben divertito con le poppe che Le Appartengono strizzandomi le tette mi avete concesso di venire con ben due orgasmi liberatori che mi hanno portato fino alle lacrime Padrone.

Grazie mille per avermi concesso di venire sotto le Sue sapienti mani Padrone.

Dopo questo momento liberatorio per me, facendomi mettere in ginocchio davanti a Lei mi ha iniziato a scopare la gola con voracità fino a concedermi di nuovo di assaggiare la Sua sborra Padrone.

Grazie infinite per avermi concesso per ben due volte di assaporare la Sua sborra Padrone.

Lo so che per chi legge posso risultare noiosa, ma come sempre volevo ringraziarLa per concedermi quotidianamente di essere la Sua schiava Padrone.

Grazie infinite per ogni emozione, eccitazione ed intrigo che mi regalate ad ogni sessione Padrone.

Quando sto con Lei anche nei nostri momenti di intimità e di condivisione che abbiamo tra uno step e l’altro della sessione, Lei mi fa sentire sempre più Sua Padrone.

La Sua schiava Luna crescente.