21.05.2017 33. incontro col Padrone

Questa volta non ci sarà un racconto dettagliato del nostro incontro come gli altri Padrone.

Questo perché in questo incontro c è stata sempre la Sua dominazione ma non c è stata una sessione vera e propria Padrone.

Ma il bisogno di entrambi di nutrirsi del calore umano che sia una schiava che un Padrone emanano quando si incontrano Padrone.

Adoro nutrirmi della sapienza delle Sue mani quando colpiscono il culo che Le appartiene, quando sfiorano e strizzano con vigore le Sue poppe,  quando mordete con sadismo le Sue chiappe Padrone.

La parte più intensa è stato quando siamo andati in un prato appartato pieno di papaveri in fiore e mi ha usato come Sua modella per fare delle fotografie di nudo Padrone.

È una sensazione particolare fare le foto nuda a contatto con la natura, il sole che emana calore che colpiva la mia patata emozionata per essere nuda al Suo cospetto e nel Suo obiettivo Padrone.

Ma ancora più intrigante è stato essere scopata in bocca e sborrata su viso e bocca nel prato all’ aperto ed in pieno giorno Padrone.

Queste situazioni mi fanno sentire pienamente la Sua cagna in calore e vogliosa della Sua Onorata sborra Padrone.

La ringrazio infinitamente per avermi concesso l’ Onore della Sua sborra in bocca, addosso e di pulire il Suo cazzo  dopo Padrone.

Durante questo incontro mi ha donato molto calore, mi ha concesso di nutrirmi della Sua essenza, mi ha scopata in bocca, mi ha scopata in fica,  mi ha concesso di godere due volte col Suo cazzo  e sotto le Sue sapienti mani Padrone.

Mi ha fatto sentire completamente la Sua schiava , dominata da Lei, La Sua cagna in calore, la Sua cagnolina Padrone.

Quando si mette sopra di me, mi fa fremere la fica, quando con le Sue sapienti mani colpisce il culo, le tette o la fica, la mia patata si inonda di umori,  le tette fremono e mi sento Onorata di essere Sua Padrone. 

Anche stavolta grazie infinite per le essere emozioni che m ha donato Padrone.

La Sua schiava luna crescente 

30.3-01.04.2017 32. incontro col Padrone (prima parte)

Ogni momento trascorso con Lei per me è fonte di esperienze nuove e tantissime emozioni Padrone.

Questa volta abbiamo sperimentato un incontro con una Mistress che ci ha permesso di provare una situazione nuova Padrone.

Sembro monotona ma La ringrazio infinitamente anche stavolta per ciò che mi ha fatto provare e del tempo che ha trascorso con me Padrone.

La Sua schiava Luna crescente.

To be continue. ..

05.03.2017 31. incontro col Padrone (seconda parte)

Dalla vacanza in Trentino all’ultimo dell’anno che non ci vediamo Padrone, ma lo stesso ci siamo sempre tenuti in contatto quotidianamente,
la Sua dominazione su di me non è mai mancata Padrone

Le Sue indicazioni per questo incontro erano le seguenti: indossare corsetto stringi vita, maglione caldo scuro, gonna lunga, autoreggenti,
trucco solito e capelli sciolti per quanto concerne le cose da portare c’erano ambedue le maschere, preservativi, costume da scolaretta, coordinato intimo, plug con la code di volpe Padrone.

Dalle Sue indicazioni coi dettagli di come sarebbe svolta la sessione, sapevo che come sarebbe stato il gioco di ruolo, invece non
avevo idea di come si sarebbe svolto il gioco all’aperto visto le Sue indicazioni Padrone.

Come ad ogni incontro la sera prima ed il mattino al risveglio mi sentivo un misto tra agitazione ed emozione in quanto mi mancava
vederLa e stare al Suo servizio Padrone.

Al mio risveglio ho pregato con tutta me stessa che fossi in perfetta forma per vederLa e non dovessimo rimandare di nuovo l’incontro,
per fortuna qualcuno da lassù mi ha voluto bene, e pur non essendo al top mi sentivo nelle condizioni di poter fare una sessione con Lei Padrone.

Al Suo arrivo davanti a casa ero molto emozionata di poterLa rincontrare, andiamo a fare un giro e quindi a pranzo insieme dove
colloquiamo tranquillamente di cosa è accaduto mentre non ci siamo visti Padrone.

Dopo pranzo, è il momento dei giochi all’aperto ferma la macchina nel nostro posticino quasi al riparo da occhi indiscreti e mi
ordinate di scendere dalla macchina, andare al di là della strada, mi ordinate di abbassare gli slip indossare il plug con la coda di volpe ed alzare la gonna in modo che mi si veda il culo scoperto e mi fate tenere con la mano sinistra un cartello con scritto
“PIG FROM PETRA” come compito per la Mistress che stiamo conoscendo Padrone.

Ovviamente mi fate sistemare anche davanti alla Sua auto nella stessa modalità che ho descritto prima per avere una miglior visione
del mio posteriore e del cartello Padrone.

Mi emoziona sempre molto fare i giochini all’aperto in quanto c’è sempre quella sensazione di trasgressione in quanto in quella
strada potrebbe sempre arrivare qualcuno e questo crea in me quel fremito di essere scoperta Padrone.

Effettivamente appena salita in macchina di li è passata una macchina a velocità moderata giusto appena in tempo che io sono salita
in macchina Padrone.

Arrivati al nostro solito motel, appena entrata mi fate spogliare e mi ordinate di toglierLe le scarpe  e quindi le calze ordinando
di leccarLe sapientemente i piedi mentre faccio ciò che Lei mi ha ordinato mi colpite i seni ed il viso coi piedi e mi infilate le Sue dita dei piedi in bocca alterando questi movimenti per farmi sentire Sua Padrone.

Una volta che ho terminato di leccarLe i piedi, mi ordinate di spogliarVi la parte bassa del corpo,in seguito, mi ordinate di iniziare
dai piedi lentamente salire lentamente con la lingua partendo dal piede destro lentamente con la lingua fino alla zona inguinale, una volta arrivata alla zona intima leccarLe sapientemente le Sue palle e quindi ripartire dal piede sx sempre lentamente salire
verso la zona dei testicoli in seguito mi afferrate con la mano la testa e dosate il ritmo con cui scoparmi sapientemente in bocca, di leccarLe con cura il Suo cazzo lungo tutta l’asta mentre mi colpite in viso con degli schiaffi, mi eccita sempre moltissimo
leccarLe il Suo cazzo Padrone.

Dopodiché mi fate sdraiare a pancia in su sul letto e di nuovo in diverse posizioni mi iniziate a scopare in bocca fino ad arrivare
ad appoggiare le Sue chiappe direttamente sulla mia faccia, c’è stato un attimo in cui non so per quale motivo mi sono sentire soffocare malgrado diverse volte abbiamo sperimentato questa pratica e non mi ha mai fatto paura ma forse in quel momento un attimo
di panico a preso il sopravvento difatti ho impiegato del tempo a dire la safe quando finalmente l’ho fatta Lei si è alzato dalla mia faccia e dopo che mi sono leggermente calmata ed ho respirato profondamente e pianto, si è messo alle mie spalle e teneramente
mi ha accolto e calmata dal panico che mi è venuto Padrone.

La ringrazio infinitamente di avermi accolta e calmata in quel momento perché ero veramente in uno stato di panico e paura, non
so dirLe per quale motivo sia avvenuta questa cosa, perché non è la prima volta che mettiamo in atto questa pratica in questi 4 anni di rapporto Padrone.

Una volta finito questo step della sessione ci sono stati i nostri momenti di riposo, tenerezza ed anche coccole che amo sempre
molto e Lei lo sa Padrone.

Ammetto che quando sono sotto la Sua ala anche dal vivo mi sento teneramente avvolta e protetta da Lei, la ringrazio infinitamente
per questo Padrone.

Dopo gli attimi di riposo, mi fate alzare in piedi col plug con la coda di volpe nel culo e mi scrivete sempre a favore della Mistress
“slutty for Petra” e mi fotografate Padrone.

Un altro bel gioco divertente che mi piace sempre molto e quello della scolaretta, mi ordinate di andare in bagno indossare il nuovo
gioco che mi ha regalato un plug con una pietra rosata proprio sul fondo, il vestito da scolaretta, maschera in volto e quindi una volta che Lei mi da il via di entrare in stanza mi riferite che è regola della scuola che ad ogni materia in cui vado male ho
diritto a 10 colpi sul culo e quindi visto che sono tre le materie insufficiente, mi aspettano 30 colpi di cane sul culo Padrone.

Mi fate sistemare a quattro zampe culo all’aria e quindi iniziate a colpire col cane il culo, un colpo dopo l’altro che ogni tanto
viene interrotto dalla safe in quanto il bruciore misto a dolore è molto intenso che non riesco a sopportare, ovviamente il tutto viene sempre condito dalle mie lacrime che sgorgano dal mio viso per il dolore che provo Padrone.

Per me spesso piangere oltre ad essere un modo per donarLe il mio dolore ed anche un modo per esprimere quello che provo in quel
momento, sfogare e donare tutta me stessa Padrone.

Ci sono stati dei momenti che il dolore era veramente forte quando ho detto la safe era veramente perché ero al limite, alla fine
dei colpi mi sentivo anche un po’ delusa da me stessa perché all’inizio sopportavo maggiormente i colpi, ne abbiamo parlato ed abbiamo condiviso il fatto che essendo da dicembre che non facevo più una sessione, diciamo che  ero fuori forma Padrone.

La ciliegina sulla torta è stato l’ultimo colpo veramente molto intenso che mi ha assestato con decisione e vigore e mi ha fatto
finire con un pianto a dirotto e intenso Padrone.

Successivamente ad altri momenti di riposo e calore umano, prendete i cetrioli che avete comprato e me li infilate in ogni orifizio,
mettendo due nella figa ed uno nel culo fotografandomi sempre per la Mistress in questa bella condizione, mi sentivo completamente riempita ed impalata ovviamente usate questo modo per stimolarmi a venire con due orgasmi intensi e liberatori, praticamente
mi avete scopato con i cetrioli Padrone.

Una scena mai provata in vita mia, mi sono sentita veramente la Sua troia cosa che sono Padrone.

Dopo un altro momento di relax, mi fate alzare in piedi, legate i seni con le Sue corde, legandomi anche le mani dietro le spalle
con le polsiere, in modo che non metta le mie mani davanti mentre mi sta colpendo, mi ordinate di sedermi ed iniziate a colpire sapientemente con il cane e il filo elettrico le poppe, 30  colpi alcuni intensi/forti altri sopportabili ed ovviamente diverse
volte è stato fermato dalla safe perché il dolore era veramente molto intenso  Padrone.

Una volta colpite le tette, mi fate sdraiare a pancia in su ed iniziate a scoparmi con le mani e con il Suo cazzo in bocca fino
ad arrivare a sborrarmi sulle tette ed a mettermi una volta intriso il Suo dito nella Sua sborra e farmelo leccare con dovizia e cura Padrone.

Amo molto leccare la Sua sborra e quando mi scopa avidamente in bocca, sono la Sua cagna vogliosa, la Sua troia quindi adoro la
Sua sborra ma questo Lei lo sa benissimo Padrone.

Spero di non aver dimenticato nulla perché quando sono con Lei entro in un altra dimensione ed a volte la memoria fa difetto e me ne scuso Padrone. 

Grazie infinitamente per tutto ciò che Lei mi dona ad ogni sessione, ad ogni incontro si aggiunge un gradino nel mio percorso verso
ciò che Lei desideri io diventi, sono creta nelle Sue mani e di questo ne vado Orgogliosamente fiera Padrone.

La Sua schiava Luna crescente.

11.12.2016 30. Incontro col Padrone (2. Parte)

Ogni nuovo incontro porta con sé tantissime emozioni, situazioni intriganti e perverse Padrone.

Le indicazioni questa volta sono state: corsetto con seno nudo, completo reggiseno a balconcino e slip (indossati a causa del ciclo mestruale), collant pizzo aperte sul davanti, scarpe col tacco, camicia bianca, gonna lunga sotto al ginocchio e pastrano nero Padrone.

Da portare con me speculum, plug con coda di volpe, ginocchiere, guanti lunghi, maschera solo bocca ed anche quella bocca ed occhi Padrone.

Per quanto concerne il trucco stavolta il rossetto rosso solo da portare con me, come di consueto occhi truccati di nero e capelli raccolti Padrone.

Mi sono preparata minuziosamente all’incontro per evitare di darLe delusioni in merito a miei eventuali errori di preparazione Padrone.

La notte precedente all’incontro stranamente ho dormito, di solito faccio fatica a dormire a causa dell’eccitazione pulsante che provo al pensiero di vederLa e servirLa il giorno seguente e di non sapere cosa mi riserverà la sessione Padrone.

Ho pregato con tutte le mie forze che il mio stato di salute non ci arrecava problemi perché ho sempre una voglia immensa di vederLa Padrone.

Quando vedo giungere la Sua auto un emozione mi assale sempre, soprattutto quando entro in macchina e i nostri sguardi si incrociano Padrone.

Solito giro al centro commerciale e pranzo in Sua compagnia che ci permette sempre di scambiare due chiacchiere sulle vicissitudini della vita Padrone.

Una delle indicazioni contenuta nella mail che mi ha mandato concernente l’incontro diceva “porta con te una borsa capiente, andremo a pranzo con te vestita, dopo pranzo andrai in bagno e ti dirò cosa devi spogliarti” questa frase mi è entrata nella testolina e mi ha fatto immaginare quale potesse essere la Sua idea in merito ad un giochino all’aperto Padrone.

Ovviamente la mia testolina da slave non è intrigante e perversa quanto la Sua quindi il mio pensiero non è stato uguale a ciò che ha pensato di farmi fare Lei realmente Padrone.

Finito il pranzo mi ordinate di andare in bagno, togliermi camicetta e gonna, lasciare a portata di mano nella borsa guanti, ginocchiere e maschera solo occhi Padrone.

Arrivati al solito nostro spiazzo, le Sue indicazioni sono di farmi scendere al Suo via, di camminare fino a quando mi dite stop in seguito di aprire il pastrano che indossa girare la testa dall’altra parte e stare ferma fino a quando Lei me lo dice Padrone.

Al Suo permesso mi ricopro e torno indietro e mi risistemo in macchina tutta fremente ed eccitata provo sensazioni indescrivibili c’era anche il timore che qualcuno potesse passare da quella strada e vedermi ma Lei era con me e non mi avrebbe lasciata ne sono certa al mio destino Padrone.

Una volta sistemata in macchina mi ordinate di indossare le ginocchiere, i guanti, la maschera solo occhi, al Suo via devo scendere dalla macchina togliere il pastrano, mettermi in ginocchio col sex toys con la frusta annessa in mano e tenendolo in alto con la frusta che scivola dalle mani dare la sensazione di porgerVela Padrone.

Una volta scattate le foto che avevate in mente di farmi, mi ordinate di rientrare in macchina, frettolosamente ed anche visibilmente eccitata mi ricompongo e tremolante, tutta eccitata e scombussolata rientro verso la Sua macchina Padrone.

Mi eccita sempre molto quando mi fate fare queste esperienze di giochi all’aperto, quando poi ho visto che realmente potevano passare delle macchine mentre ero li in ginocchio davanti la Sua auto, mi ha elettrizzato ancora di più Padrone.

Grazie infinite perché ogni volta mi donate emozioni sempre nuove Padrone.

Arriviamo al motel e ci impiego comunque un attimo a riprendermi dalla precedente emozione, entro nella stanza mi fate togliere il pastrano che ho indosso e resto con gli slip, corsetto e calze indosso Padrone.

Lei nel frattempo ripone gli oggetti che ha portato con sé per la sessione, si avvicina a me ed inizia a giocare e tastare le poppe che Le appartengono Padrone.

Prende le pinze che possiede e le mette ai lati dei capezzoli che stringono la pelle, due per ogni tetta, in seguito prende il guinzaglio ed aggancia i manici delle 4 pinze che stringono i miei seni e mi ordina di tirare in alto il guinzaglio in modo a sua volta di tirare le tette verso l’alto Padrone.

Tramite il guinzaglio mi fate fare il giro della camera tirandolo in modalità cagnolina che mi piace sempre tanto Padrone.

Una volta fatto fare il giro Lei si siede sul letto e mi ordinate di toglierLe le scarpe, le calze , i calzoni, le mutande e Lei si sfila la maglietta rimane completamente nudo Padrone.

Mi ordinate di sedermi con le mani dietro la testa, mi colpite con 50 colpi con il cane alle tette, alcuni sono stati interrotti dalla safe perché i seni bruciavano terribilmente Padrone.

Ogni volta quello che maggiormente fa male il bruciore che i colpi con il cane o il filo elettrico porta con sé ma resisto ed ovviamente quando sento di non farcela ho imparato a dire la safe che mi permette di prendere respiro Padrone.

Ancora un po’ sconvolta mi iniziate a scopare in bocca una cosa che adorate fare, mi fate sistemare a pancia su ed in diverse posizioni per scoparmi in bocca e mettendomi il Suo culo sulla mia faccia e Le lecca avidamente il culo mentre Lei gioca con la patata Padrone.

In quella situazioni è stato veramente difficile resistere e non venire però mi sono fatta forza ed ho pensato al Suo piacere ed al Suo godimento ed al fatto che sarei stata punita ed avrei rovinato tutto se fossi venuta Padrone.

Dopo varie stimolazioni, torture ai seni e venuto copiosamente dentro la mia bocca che ha accolto con Onore e goduria la Sua preziosa sborra Padrone.

Sono sempre molto emozionata e felice di accogliere dentro di me o sul mio corpo la Sua preziosa sborra Padrone.

Grazie infinite che anche questa volta mi ha concesso questo immenso Onore Padrone.

In seguito a questi momenti intensi ci sono sempre altri momenti più intimi, più nostri di calore e tenerezza che adoro moltissimo quando mi sono posso accucciare vicino a Lei che mi scalda col Suo calore ed i Suoi preziosi ed intensi baci Padrone.

Grazie infinite quando mi concede questi momenti cosi intensi e pieni di calore che mi sentire avvolta e protetta come sempre da Lei Padrone.

Una volta rigenerata dal Suo calore e dalle Sue “coccole” mi fate sistemare a 4 zampe, mi fate leccare il plug e me lo infilate nel culo e mi scopate avidamente il culo concedendomi il permesso di venire intensamente di un orgasmo intenso e liberatore Padrone.

Dopo il piacere ovviamente arriva sempre il dolore, quindi dopo avermi concesso di godere mi colpite con vigore sul culo col cane Padrone.

Un altro step di questo incontro è stato quando avete preso il nuovo giochino, cioè la sbarra con le polsiere e collari annessi, mi mettete prima le polsiere poi il collare ed infinite agganciate il tutto alla sbarra che viene posta dietro le mie spalle e mi permettono di avere le mani alzate e trattenute per evitare che possa impedirLe i colpi Padrone.

Sistemata in piedi mi legate con la corda i seni in modo che siano in tiro per essere colpiti e per tenere maggiormente insieme i seni fate passare la corda anche attraverso il collare Padrone.

Una volta sistemata in questa posizione mi fate camminare fino al letto, sedendomi sul letto con la testa reclinata all’indietro mi colpite i seni con la frusta, il cane, il filo elettrico che spesso comporta la safe Padrone.

Come ciliegina sulla torta di dolore intenso usate la cera colata sui seni e sui capezzoli che sono già terribilmente resi sensibili dai colpi subiti, quando la cera cola sulla pelle scatena dei brividi cosi intensi perché ti sembra che tanti spilli ti pungano ogni centimetro del mio essere e scatenano anche brividi intensi alla patata emetto dei suoni che fuoriescono dalla mia gola senza che io possa controllarli Padrone.

Malgrado che sia stata durissima ed abbia emesso dei suoni che potrebbero far pensare che io sia venuta, giuro che non ho goduto senza il Suo permesso, sono stati semplicemente suoni emessi per farmi sopportare meglio quella sensazione di brividi intensi che hanno pervaso il mio corpo che Le appartiene Padrone.

Per finire in bellezza questa sensazione cosi intensa mi avevate promesso durante le ns conversazioni via whatsapp che oltre ad avere la concessione della Sua sborra, una delle pratiche a cui mi avrebbe sottoposta sarebbe stato il pissing Padrone.

Quindi mi fate andare in bagno, spogliarmi di ciò che mi rimaneva addosso maschera,slip e corsetto quindi mi sistemate il divaricatore per la bocca, mi ordinate di mettermi accucciata nella doccia sedendomi sulle gambe e Lei si è posizionato sopra di me ed iniziate a pisciarmi letteralmente in bocca e come chiusura di una giornata intensa mi lavate la faccia con la vostra piscia Padrone.

Spero di non aver dimenticato nulla ma le emozioni che vivo sono sempre tante ed intense che la mia memoria fa difetto  e me ne scuso già sin d’ora Padrone.

Grazie infinite per ogni emozione che mi ha regalato, ogni nuova pratica a cui mi ha sottoposto, di avermi concesso la Sua sborra e il Suo piscio Padrone.

Sono onorata e fiera quotidianamente di essere la Sua schiava Luna crescente.

14.08.2016 28. Incontro col Padrone (2. parte)

Questo incontro è stato diverso dagli altri, forse perché di speciale c’era che cadeva nel giorno del mio 42. Esimo compleanno Padrone.

Il giorno precedente l’incontro ricevo la Sua mail con le Sue indicazioni sul come prepararmi e cosa portare con me all’indomani Padrone.

Questa volta gli ordini erano gonna corta scura, maglietta leggera senza spalline rossa, niente calze e intimo, corsetto quello coi seni scoperti, collana che mi ha regalato Lei con l’anello al centro ed ovviamente scarpe col tacco Padrone.

Da portare con me, un ricambio di intimo speculum, preservativi, costume da scolaretta, plug con coda di volpe e maschera con apertura solo sulla bocca Padrone.

Spesso già dalle Sue indicazioni si può capire cosa mi potrà succedere durante l’incontro, anche se per me è sempre tutta una sorpresa, non so mai cosa la Sua perversa e sadica mente possa partorire Padrone.

Sono consapevole che di sicuro mi sarebbe toccato un gioco di ruolo, dove sarei stata nei panni di alunna indisciplinata che meritava una bella punizione dal suo insegnante Padrone.

Non cambia mai l’emozione che provo quando La rivedo ad ogni incontro Padrone.

Permane in me ogni volta all’inizio di ogni incontro un senso di timidezza, ossia nella prima parte dell’incontro resto sempre un po’ sulle mie, in silenzio a guardarmi intorno ma soprattutto mi piace molto osservarLa ed in fondo il termine esatto sarebbe adorarLa nutrirmi di Lei Padrone.

Quando arrivate a casa mia, nel momento che ricevo il msg che state per arrivare il mio corpo inizia a vibrare ed agitarsi, provando una forte emozione di felicità Padrone.

Salgo in macchina, ovviamente alzando sempre la gonna per farsi che il mio culetto sento il calore della pelle nera della Sua macchina ed ogni volta è un fremito che va ad aumentare i miei umori Padrone.

Dopo il giro pranziamo insieme e chiacchieriamo amabilmente Padrone.

Arrivati al motel mi fate togliere tutti gli oggetti che ho portato con me e Lei fa altrettanto mettendo gli oggetti di piacere/tortura a Sua disposizione Padrone.

Nell’attesa io rimango in piedi davanti a Lei, mi consegnate i nuovi acquisti e mi ordinate di indossarli, un completino da cameriera in PVC bianco/nero ed il secondo il babydoll che avete preso per la prossima vacanza che faremo assieme Padrone.

Mi fate entrambe le volte in bagno per farmi vedere come mi stava indosso, mi sentivo veramente eccitante Padrone.

Dopodiché mi ordinate di andare di nuovo in bagno ed indossare il completino da scolaretta e la maschera con gli occhi coperti, quando tiro fuori le cose dalla borsa mi rendo conto di aver dimenticato una maschera, convinta di aver portato solo quella con gli occhi coperti ed invece ho portato quella con gli occhi scoperti, per punizione di date 3 sculacciate forte al culo, mi sento molto in colpa per aver avuto una dimenticanza cosi, dovuta alla mia superficialità Padrone.

Ancora un po’ provata da questa dimenticanza mi ordinate di andare verso il bagno, al Suo cenno di entrare con dei fogli in mano e porgerLi a Lei come se Lei fosse mio padre ed io gli porto dei voti orribili, ovviamente quella che fa un padre ad una figlia indisciplinata una bella punizione Padrone.

Mi ordinate di mettermi in ginocchio ed iniziate a scoparmi in bocca con foga facendomi capire quanto troia sono e quanto poco disciplinata Padrone.

Dopo avermi scopato la bocca con foga, mi tirate degli schiaffi alle tette, le strizzate con voracità e poi mi fate sistemare sul letto a 4 zampe assestando 3 colpi intensi decisi di cane, che vengono frazionate dalla safe che dico, mi trattengo molto dal piangere ma alla fine devo cedere il passo al dolore che questi colpi cosi intensi mi hanno provocato, una volta relativamente calmata, mi fate sdraiare a gambe larghe ed infilate il plug con la coda di volpe nel culo, a pancia su e gambe e gambe alzate colpite di nuovo col cane il culo e le gambe, dopo l’ultimo colpo malgrado i miei sforzi inizio a piangere a dirotto Padrone.

C’è voluto del tempo ora che smettessi di singhiozzare e calmarmi dai colpi ricevuti, ho cercato con tutta me stessa di resistere e non piangere, ma ho ceduto miseramente Padrone.

Ancora singhiozzante e fremente dal dolore, mi avete fatto appoggiare vicino a Lei sdraiato sul letto, mi avete baciato e fatto sentire tutto il Suo calore Padrone.

Amo questi momenti in cui dopo momenti intensi di dolore, arrivano momenti intensi di tenerezza e calore umano Padrone.

Il famoso bastone e carota Padrone.

Dopo questi momenti di relax, un altro momento intenso e quando avete colpito con tre schiaffi forti la fica che ho sentito bruciore e ardere di calore difatti mi avete riferito che è diventata tutta rossa Padrone.

Altro momento di relax, dove abbiamo avuto modo di fare discorsi intensi dove Lei si è aperto con me raccontandomi i Suoi “malesseri esistenziali” Padrone.

Apprezzo molto che Lei condivida con me Le Sue emozioni e Le Sue sensazioni, mi fanno sentire parte della Sua vita Padrone.

Grazie infinite di questa Sua condivisione di pensieri ed emozioni con la Sua umile schiava Padrone.

In seguito c’è stato un altro momento molto forte quando mi ha di nuovo scopata in bocca mentre stavo a pancia in su oltre avermi scopata in bocca mi ha scopata nella fica col Suo cazzo sono venuta due volte una dietro l’altra molto intensa e Lei poi è venuto con la Sua sborra dentro in bocca Padrone.

Alla fine della sessione mi ha confessato che all’inizio aveva altri intensi programmi ma poi ci ha ripensato e visto che era il mio compleanno ha decido di fare una sessione più soft Padrone.

Grazie infinite per avermi fatto questo immenso regalo di fissare una sessione nella data del mio compleanno, trascorrere questo giorno in Sua compagnia è stato il regalo più prezioso che io abbia mai ricevuto Padrone.

Avere l’Onore di poterLa servire, delle Sue mani su di me, della Sua compagnia, della Sua sborra è stato in assoluto il regalo più apprezzato che potessi ricevere Padrone.

Grazie infinite per queste emozioni che ho vissuto anche stavolta Padrone.

La Sua schiava Luna crescente