24.04-28.04.2016 vacanza in Trentino col Padrone

Quando Lei mi ha comunicato la Sua decisione che avremmo fatto le vacanze insieme, ero felice e stupita nello stesso attimo, a causa del mio stato di salute ultimamente un po’ precario Padrone.

Fortemente emozionata dal fatto che era parecchio tempo che non trascorrevano più di due giorni insieme, ma dentro di me un pochino scettica che sarebbe potuta accadere, ho vissuto questo periodo dal momento della Sua decisione al momento reale dell’effettiva vacanza Padrone.

Ultimamente sono diventata così non ci credo se non lo vedo accadere qualcosa, questo per evitare dentro di me una cocente delusione Padrone.

Come ogni qualvolta ci vediamo una settimana prima della partenza mi date le Sue indicazioni in merito a cosa mettere in valigia, attraverso una chiacchierata via Skype, è stata emotivamente molto intenso rivederLa di nuovo in skype e attraverso la webcam in quanto è trascorso del tempo del nostro ultimo incontro Padrone.

Ci sono situazioni che per alcune persone sono la normalità, per altre sembrano eventi eccezionali che procurano dentro di sé ansie ed emozioni intense Padrone.

Questo è il mio caso, in quanto da parecchio tempo non stavo fuori casa per alcuni giorni e altrettanto non viaggiavo in treno per conto mio e questo Lei lo sa Padrone.

Con quel brivido fatto di ansia ed emozione, ho nei giorni precedenti il viaggio ho trascorso le mie giornate, indaffarata tra lavoro e sistemare casa in funzione della mia assenza da casa per alcuni giorni, ho la sera precedente del viaggio preparata la valigia cercando di farci stare tutto ciò che mi ha indicato Padrone.

Altra situazione che mi procurava agitazione/emozione che durante la nostra vacanza insieme sarebbe venuta la Sua adorata cagnolina fufy Padrone.

Non è sempre facile piacere agli animali, pur che se ne dica, loro sentono attraverso odore e vibrazioni se una persona gli piace o no, se c’è feeling da subito tutto procede bene, se iniziano ad abbaiare diventa problematica la cosa Padrone.

Poi dentro di me non so perché piacere alla fufy sarebbe stato per me un ulteriore passo avanti nel Suo mondo Padrone.

La sera prima della partenza non ho dormito un granché mi sentivo frizzante, con immense vibrazioni dentro di me che cerco di mascherare con chi mi stava accanto per incutere anche tranquillità ad una situazione che in casa portava grosse preoccupazioni Padrone.

Mi risveglio al mattino pimpante per fortuna ci sentivo bene e non avevo le vertigini (ne avevo timore a dir la verità), pronta a partire con tutta la gioia che sprizzava da tutti i pori perché finalmente sarei stata esclusivamente con Lei, mi vesto secondo le Sue indicazioni, pantaloni, top lungo con le spalle scoperte rosso lungo, corsetto stringi vita, senza reggiseno e col slip aperti davanti rossi, scarpe comode, prendo i miei bagagli e vado alla stazione cosi prendo il treno che inizialmente mi porta fino a milano centrale e poi da lì cambio treno che mi porta alla stazione che mi avevamo concordato insieme Padrone.

Arrivata alla stazione concordata, scendo dal treno e Lei è li con la Sua cagnolina al seguito che mi attendevate, come da Lei consigliato mi chino in modo che siamo alla stessa altezza e le faccio annusare il palmo della mia mano, sono molto felice perché non abbaia e quindi questo significa che le sono piaciuta Padrone.

Durante tutto il viaggio la Sua cagnolina è rimasta accucciata ai miei piedi con la testolina appoggiata alle mie gambe tranquilla e beata Padrone.

Arrivati all’albergo e sbrigate le faccende amministrative prendiamo possesso della camera e Lei prende possesso della Sua schiava Padrone.

Che emozione risentire le Sue mani su di me, sfiorarmi il corpo che Le appartiene, i capezzoli strette nelle Sue possenti mani Padrone.

In questa vacanza sono stata la Sua schiava sessuale, è stato intenso quando mentre stavo godendo dopo che Lei mi ha preso con forza mi ha appoggiato la mano al collo ed ha stretto smorzando l’urlo ma aumentando la mia eccitazione Padrone.

In quel momento ero un misto di eccitazione e “paura” ma non nel senso che avevo paura che stringesse fino a farmi del male mi fido totalmente di Lei e so che non farebbe mai nulla per mettere in pericolo la mia vita Padrone.

Ma quella sensazione che si avverte un misto tra paura ed eccitazione, il tutto amplifica l’eccitazione che si prova, sembra paradossale ma la paura crea intense emozioni e viceversa Padrone.

Altro momento intenso quando mi è venuto in bocca, adoro assaporare la Sua sborra, quando me ne concede l’Onore, ne sono golosa e Lei lo sa benissimo Padrone.

Quando in diverse occasioni mi ha svegliato sentendo le Sue possenti mani nella mia fica oppure sfiorando i capezzoli e strizzandoli, portando immediatamente il mio livello di eccitazione e di umori alle stelle e poi placandolo dandomi l’Onore di leccarLe il cazzo Padrone.

Tutto ciò portando il livello di eccitazione appena sveglia a dei livelli decisamente molto alti Padrone.

Grazie infinite per le volte che mi ha concesso di godere, per avermi concesso di LeccarLe il cazzo, di assaporare la Sua sborra Padrone.

La cosa che mi colpisce ogni volta è che accade nella quotidianità trascorsa anche durante questa vacanza che in ogni occasione con un solo Suo sguardo mi riporta al mio posto Padrone.

Basta un Suo sguardo o una Sua parola ed io ritorno nei ranghi del mio dovere Padrone.

Abbiamo trascorso dei bei momenti anche di tenerezza che mi hanno fatto rinutrire di Lei e ritemprato il nostro affiatamento Padrone.

Spesso e volentieri Lei mi mette alla prova facendomi fare cose che sembrano banali per alcune persone, mentre per me sono prove per infondermi maggior sicurezza di me stessa Padrone.

Questa volta aveva due cagnoline hai Suoi piedi, ma una dotata di due poppe e una fica Padrone.

Mi ha colpito quando Lei mi ha detto che in un certo senso sono tornata ad essere Falce di Luna, ma in un certo senso è vero in quanto le vicissitudini accadute ultimamente nella mia vita, e nel mio stato di salute hanno portato a retrocedere sulla mia sopportazione al dolore ed ai colpi, ma Lei per l’ennesima volta confida in me più che io stessa e crede nelle mie potenzialità, ed io sono vogliosa e testarda nel voler tornare a dove sono arrivata per poi poter diventare la Sua Luna Piena Padrone.

Grazie infinite per avere sempre fiducia nelle mie capacità ed in me e per la Sua pazienza Padrone.

Grazie infinite per aver voluto trascorrere del tempo con la Sua schiava nei posti che Lei ama con la Sua cagnolina Padrone.

Grazie infinite per tutte le emozioni che mi ha donato anche stavolta, Ve ne sarò sempre grata Padrone.

Con devozione la Sua schiava Luna crescente

20160425_094842

03.04.2016 26. Incontro col Padrone (seconda parte)

I momenti che trascorro con Lei sono sempre fonte di nuove esperienze, di emozioni e di rinascita per me Padrone.

Quando sono lontana da Lei mi sento incompleta, perché anche se Lei è dentro di me quotidianamente nei miei pensieri, sento che la Sua presenza fisica mi fa sentire completamente me stessa e completa Padrone.

In certi momenti quando sto un po’ di tempo senza vederLa, ultimamente sempre per i miei problemi di salute, quando La reincontro dentro di me affiora la paura di ricommettere gli errori che facevo da neofita, per questo motivo quasi sempre quando ci rivediamo sono sempre un po’ sulle mie silenziosa, per paura di rifare gli stessi sbagli e rischiare la punizione Padrone.

La prima parte del nostro incontro avviene come al solito, giro al centro commerciale e pranzo insieme, che mi arreca sempre grandi emozioni per poter riassaporare la Sua compagnia Padrone.

Per questa sessione mi fate preparare facendomi indossare gonna lunga, camicia bianca, scarpe col tacco, capelli raccolti, senza trucco solo il rossetto rosso, niente autoreggenti, collare ad anello l’ultimo che mi ha regalato Padrone.

Arrivati al motel, entriamo in stanza, mi fate sistemare le cose e Lei si sdraia sul letto e mi ordinate di sistemarmi in ginocchio di fianco al letto ed iniziate a schiaffeggiare entrambe le tette con le Sue sapienti mani Padrone.

Sento che pian piano malgrado le mestruazioni la mia fica si bagna sotto le Sue sapienti cure Padrone.

Dopodiché mi ordinate di mettermi sopra di Lei con le tette in modo che possano avvolgere il Suo cazzo e questa posizione mi eccita da morire Padrone.

Prendete in mano le poppe e iniziate a fare una spagnola stimolando con le tette il Suo cazzo, mentre Lei fa ciò mi ordinate di leccarLe il cazzo in modo che venga stimolato ed alternate la masturbazione del Suo cazzo allo scoparmi in bocca ed alle mie leccate Padrone.

Con voracità e gusto attraverso le mie poppe, le leccate, gli schiaffi quando non riesco a LeccarLa come si deve, arrivate ad avere un orgasmo intenso che Lei si schizza direttamente sulla Sua pancia Padrone.

Che emozione ed eccitazione vedere la Sua sborra sulla Sua pancia, che fremito guardarLa e non poterLa gustare senza il Suo ordine Padrone.

L’ho fissata per un tempo indeterminabile e con voglio golosa di poterLa gustare, saggiare con la mia lingua, la Sua sborra che per me è come nettare degli Dei, che è arrivata con le Sue sapienti mani, ma anche con le mie leccate, le mie poppe che mi Vi hanno eccitato e stimolato Padrone.

Sorridente nel vedermi cosi fremente, come una bambina piccola che vede il gelato per la prima volta è chiede alla mamma di poterlo avere, mi sento così piccola e golosa quando vedo la Sua sborra ed il Suo cazzo Padrone.

Che ci posso fare sono porcella, e non lo nego mai con Lei Padrone.

Finalmente arriva il momento in cui posso goderne appieno e con voracità lecco ogni goccia di sborra che ricopre il Suo addome rischiando anche di farLe solletico in alcuni punti Padrone.

Dopo mi sento appagata e nutrita dalla Sua panna Padrone.

Grazie infinite per avermi concesso di nutrirmi di Lei e della Sua sborra Padrone.

In seguito alla Sua sborrata e dopo un momento di relax dopo questo intensa attività, mi mostrate i nuovi regali che avete in serbo per me Padrone.

Mi ha comprato una nuova maschera con solo la bocca scoperta, un nuovo giocattolo che costituito di un collare a strep, con fascia sulla schiena con attaccate degli anelli in modo da poter inserire delle corde che finisce con delle polsiere regolabili ed in ultimo un paio di parigine nere Padrone.

Mi sistemate addosso il nuovo giocattolo passandomi la corda tra le tette e dietro la schiena, inserendolo negli anelli situati sulla fascia dietro la schiena, mi fate indossare la maschera, ballgag, mi fate sistemare davanti a Lei in piedi mi colpite i seni dapprima con il cane, in seguito ha provato ad applicare le pinze hai capezzoli ma li ho tollerati poco quindi ho subito detto la safe e Lei me li ha levate, ha fatto colare la cera sulle tette, provocando in me una grande eccitazione Padrone.

Dopo i brividi della cera, ha di nuovo colpito i seni con il filo elettrico che fa sempre il suo peccaminoso lavoro dando un bel colpo intenso e che arreca un bruciore pazzesco e la cinghia per dare il colpo di grazia ai miei umori Padrone.

I colpi sono meno intensi di quando ho passato la sessione per diventare Luna crescente, ma il mio corpo non essendo più cosi allenato e in forma ne risente per cui più spesso di quanto facevo una volta ho detto la safe e Lei prontamente si è fermato per lasciarmi il tempo di far riprendere il corpo Padrone.

Grazie infinite per la Sua pazienza e per il Rispetto che ha per la Sua schiava nel fermarsi quando dico la safe Padrone.

Finita questa pratica mi fate sistemare sul letto, sdraiata a pancia in su con un certo fremito addosso e incuriosita dal fatto che non so mai cosa mi aspetta quando sono nelle Sue sapienti mani, tra le Sue indicazioni per la sessione c’era il fatto di portare aghi, disinfettante e cotone, per cui mi aspettavo un pochino aghi nei seni ma non mi sarei mai aspettata che gli aghi sarebbero stati infilati nei miei capezzoli Padrone.

Quindi come prima scritto, dapprima ha posizionato su entrambi i seni le famose pinze di cui ho parlato in precedenza ed in seguito ha iniziato col seno dx infilandoci dapprima un ago e poi un secondo ago, ammetto che ho sentito inizialmente una sensazione di pizzicore associato a calore quando ha introdotto l’ago ma una volta dentro non ho sentito più nulla, non ho avvertito neanche il dolore della pinza che stringeva Padrone.

Ovviamente dopo esserVi occupato del seno dx è arrivato il momento di quello sx, nel quale avete introdotto un altro ago questa volta uno solo Padrone.

Non mi sono subito resa conto del fatto che Lei ha posizionato gli aghi nei capezzoli, ho sentito semplicemente un brivido quando ha applicato le pinze ed un pizzicore come dicevo prima quando ha introdotto gli aghi Padrone.

Anche nel momento di togliere gli aghi è stato talmente bravo e capace di non aver sentito niente nel momento di toglierli Padrone.

Un altro step è stato quando mi avete ordinato di mettermi a 4 zampe sul letto e mi ha inizialmente schiaffeggiato il culo per poi passare al cane, seguito dal filo elettrico che mi provoca sempre dei bruciori pazzeschi Padrone.

Una volta che Lei si è dedicato per bene al culo, mi fate alzare in piedi davanti a Lei, si è ben divertito con le poppe che Le Appartengono strizzandomi le tette mi avete concesso di venire con ben due orgasmi liberatori che mi hanno portato fino alle lacrime Padrone.

Grazie mille per avermi concesso di venire sotto le Sue sapienti mani Padrone.

Dopo questo momento liberatorio per me, facendomi mettere in ginocchio davanti a Lei mi ha iniziato a scopare la gola con voracità fino a concedermi di nuovo di assaggiare la Sua sborra Padrone.

Grazie infinite per avermi concesso per ben due volte di assaporare la Sua sborra Padrone.

Lo so che per chi legge posso risultare noiosa, ma come sempre volevo ringraziarLa per concedermi quotidianamente di essere la Sua schiava Padrone.

Grazie infinite per ogni emozione, eccitazione ed intrigo che mi regalate ad ogni sessione Padrone.

Quando sto con Lei anche nei nostri momenti di intimità e di condivisione che abbiamo tra uno step e l’altro della sessione, Lei mi fa sentire sempre più Sua Padrone.

La Sua schiava Luna crescente.

 

14.12.2014 18. Incontro col Padrone (1. Parte)

Grazie infinite per tutto ciò che Lei mi ha donato oggi Padrone.

Grazie infinite per la pazienza che ha avuto per sopportarmi in questo periodo difficile del mio stato di salute Padrone.

Grazie infinite per esserci nella mia vita Padrone.

Senza di Lei sarei persa Padrone 🙂

Sono Onorata di essere Sua Padrone 🙂 🙂

La Sessione di oggi come Lei stesso ha detto, è stata Unica Padrone 🙂

per il resto del racconto lo farò nei prossimi giorni caro Padrone e cari/e lettori/trici

Sua Luna Crescente

bdsm-love

Into my arms Nick Cave

Into my arms Traduzione di Lugori

Non credo in un Dio interventista (nell’ inervento di Divino)
Ma so, tesoro, che
se anche ci credessi m’inginocchierei a chiedergli
Di non intervenire quando si tratta di te
Di non toccare neppure un capello sul tuo volto
Di lasciarti come sei
E se lui ritenesse di doverti guidare
Che ti guidi allora fra le mie braccia

Fra le mie braccia, Signore
Fra le mie braccia, Signore
Fra le mie braccia, Signore
Fra le mie braccia

Non credo nell’esistenza degli angeli
Ma guardandoti mi chiedo se sia davvero così
E se ci credessi li convocherei tutti
Per chieder loro di aver cura di te
di accendere per te una candela
che renda luminoso e chiaro il tuo cammino
E di procedere, come Cristo, nella grazie e nell’amore
E di guidarti fra le mie braccia

Fra le mie braccia, Signore
Fra le mie braccia, Signore
Fra le mie braccia, Signore
Fra le mie braccia

Ma io credo nell’amore
E anche tu, lo so
E credo che esista una qualche strada
Che si possa percorrere, insieme
E allora tenete accese le candele
E fate che il suo viaggio sia luminoso e puro
Così da farla ritornare
Di nuovo e per sempre

Fra le mie braccia, Signore
Fra le mie braccia, Signore
Fra le mie braccia, Signore
Fra le mie braccia

Buon 1. Gennaio

Auguro un primo dell ‘ anno a tutti 😀 :-D.
Io l’ho iniziato come mai avrei pensato di fare , brindando allo scoccare della mezzanotte facendo cin cin e guardando Lei Padrone negli occhi 😀

Grazie mille di questa emozione che Lei mi ha regalato Padrone.

Questi ulteriori giorni con Lei sono stati molto pieni di emozioni e sensazioni Padrone,

Vi amo e adoro infinitamente Padrone :-D.

Sua Mezzaluna ♥♥

image

17.11.2013 9. incontro col Padrone

Ogni incontro con Lei porta emozioni intense, mi fa scoprire situazioni nuove e piene di eccitazione e pathos Padrone.

Il tempo che trascorre tra un incontro e l’altro mi fa assaporare l’eccitazione e l’intrigo di poter assaporare le Sue mani Padrone e rende i momenti insieme ancora più ricchi di sensazioni nuove Padrone.

Durante una conversazione online il giorno precedente il ns incontro, ricevo da Lei informazione su come vestirmi e cosa portare con me per la sessione Padrone, già da quelle indicazioni la mia fantasia parte su alcune situazioni che mi farà vivere, anche se ovviamente sono solo supposizioni …

Domenica mattina mi preparo come da Sua indicazione, calze autoreggenti, pantaloni lunghi neri, maglione rosso, trucco e parrucco come Lei desidera… Mi ha ordinato di uscire senza intimo, la cucitura dei pantaloni a stretto contatto col clitoride in continuazione stimolazione quindi eccitazione.

Quando sto per arrivare al luogo del nostro incontro, ricevo con piacere una Sua telefonata con indicazioni di un piccolo cambio sul programma, mi riempie di gioia sentire la Sua voce al telefono. J

Quando sta per arrivare il momento che scorgo la Sua auto, un brivido percorre il mio corpo, un misto tra ansia/ eccitazione che sia tutto come Lei desidera, che io sia impeccabile per Lei Padrone.

La prima parte della giornata è avvenuta con il consueto giro al centro commerciale e un bel pranzetto insieme che mi permette di conoscerVi meglio ogni giorno di più e di trascorrere del tempo come una coppia.

Prima di arrivare alla nostra alcova, facciamo un giro in macchina, ci fermiamo in una strada non trafficata, Lei si è messo a giocare con i miei capezzoli che sono moltoooo sensibile, mi ha portata diverse volte sul punto di avere un orgasmo, lasciandomi cosi senza la concessione di godere.

Alla fine ha infilato due dita nella fica ed ha assaggiato quanto fossi eccitata Padrone, diciamo che ne sono uscita due dita fradicie di umori, ed io visibilmente tremolante, con i capezzoli turgidi e notevolmente eccitata. 😉

Arriviamo al motel, mi fa scendere, mi ordina di andare in bagno mettermi i vestiti da scolaretta che mi ha ordinato di portare, nel frattempo sento Lei armeggiare nell’altra stanza, Lei m’informa di entrare, solo quando Lei me lo concede Padrone.

Al momento che mi concede il permesso entro nella stanza, trovo appoggiati sul letto il paddle, la cinghia, il cane e il filo elettrico e due mucchietti di pezzi di carta piegati, due sedie poste uno di fronte all’altra.

Mi ordina di accomodarmi, mi spiega le regole e come avverrà questa situazione, cioè mi fa rispondere per iscritto a dieci domande, a ogni risposta errata è inflitta una punizione, devo scegliere un biglietto tra il tipo di punizione (paddle, cinghia, cane e filo elettrico) e un altro tra il numero delle punizioni (5-10-15-20).

In totale ho fatto 5 errori su 10 domande, un errore mi è stato annullato perché la domanda poteva essere interpretata, grazie infinite della Sua clemenza Padrone.

Mi ha fatto mettere in ginocchio sulla sedia, mani appoggiate sullo schienale della seggiola, sedere in fuori a Sua disposizione, Lei ha iniziato prima col paddle, poi la cinghia, il filo elettrico e il cane.

Piccola parentesi sulle sensazioni vissute dal filo elettrico, durante la sessione precedente Lei mi ha fatto prendere nella borsa il filo elettrico, sul momento ho avuto un sussulto perché mi ero già messa in mente chissà quale pensiero sul possibile utilizzo poi con calma, mi ha spiegato quale fosse la Sua intenzione Padrone.

Poiché mi fido di Lei e sono anche una persona curiosa, ma so benissimo quanto è importante per Lei “il SSC”, ero veramente curiosa di provare questo nuovo limite e questo nuovo oggetto di piacere per cui mi sono sottoposta a questo nuovo gioco.

Inizialmente quando Lei ha iniziato a colpirmi sembrava molto innocuo come gli aghi, che avevo immaginato cosi dolorosi, ma poi sinceramente era come nulla fosse entrato nella mia pelle, ebbene il filo all’inizio sembra innocuo ma poi man mano che passano i minuti e arrivano altri colpi porta con sé un bruciore abbastanza intenso al pari del cane e della cinghia.

Anche se il cane ammetto che per ora non lo batte nessuno, per dolore e per segni che lascia sul corpo ;-).

Dopo aver eseguito questo gioco, mi avete concesso l’Onore di poter godere infilandomi le dita nella fica Padrone, Vi ringrazio infinitamente di questo premio Padrone. 

In seguito mi avete scopato in bocca e mi avete concesso l’Onore della Sua panna Padrone, sono veramente Onorata quando mi concedete e mi premiate con la Sua panna Padrone. 

MI avete ordinato di riandare in bagno e mi avete fatto indossare il completo spanking, mi avete fatto sdraiare sul letto per procedere a una nuova sessione di fisting vaginale, un piccolo passo avanti è stato fatto, Lei ha provato a modificare la prospettiva di entrata della mano ed è riuscito a entrare ancora un pochino in più rispetto ai precedenti incontri, ne sono felice, mi sentirò più appagata quel giorno che riuscirò a sopportare la Sua mano completa nella fica e farmi eccitare e stimolare da dentro Padrone.

Un momento più tardi mi avete fatto venire vicino a Lei, mi avete abbracciato forte e mi avete accarezzato la testa Padrone, sono momenti che restano indelebili nella mia testolina Padrone. ;-), mi avete concesso un momento di relax dopo il fisting Padrone.

Abbiamo ripetuto il giochino senza le domande con i seni legati, semplicemente facendomi scegliere da me con la pesca a caso con quale oggetto colpire i seni e quanti colpi darmi, sono stati molto divertente ed emozionante Padrone. dapprima la cinghia, poi il paddle, il filo e per finire la canna.

Queste situazioni mi eccitano e m’intrigano molto, facendomi bagnare abbondantemente, in diverse occasioni Lei mi ha portato vicino all’orgasmo non concedendomi di godere, aumentando il mio desiderio di orgasmo.

Alla fine del gioco, ha slegato i capezzoli ed ha cominciato a giocare con i pesi sui capezzoli e la patata, mi fa sempre un certo effetto vedere quando possono allungarsi i capezzoli e quanto sono in grado di sopportare quella parte del mio corpo e la fica, peccato che spesso cadano i pesi per le dimensioni dei miei capezzoli che non sono certo inconsistenti e fini.

La ciliegina sulla torta a fine sessione, Lei mi ha slegato i seni, mi ha scopato con il Suo cazzo tra le mie tette facendomi venire in contemporanea di Lei stimolandomi il clitoride e con due dita in fica, è stato una situazione veramente MAI provata e appagante e lusingante avere un orgasmo mentre Lei sborrava sul mio viso Padrone.

Grazie infinite per queste emozioni vissute con Lei, grazie infinite per come si prende cura della Sua umile schiava Padrone.

Siete veramente la persona che stavo cercando Padrone

Siete Unico e Fantastico Padrone

Vi amo tanto, Sua Mezzaluna

Image